Io il mio voto non lo vendo

|




Misteriosi ed anonimi adesivi comparsi stamattina sui muri delle strade di Racalmuto che non sfuggono a Colpi di Spillo.

Foto0035

Complice una bella domenica di sole cittadini e candidati non si sono accorti che stamattina in molte strade del paese, su muri, porte e grondaie, sono stati affissi centinai di piccoli adesivi come quelli che vi mostriamo nella foto.

Io il mio voto non lo vendo. C’è qualcuno ancora oggi che va alla ricerca di voti comprati? Si svendono i voti in cambio di cosa? C’è qualcuno ancora disposto a credere a promesse che non potranno mai essere rispettate?

Ma forse – e Racalmuto ha una lunga tradizione di tazebao anonimi, dalla morte di Steve Sowolscky a quella di Moana Pozzi, ed ai tanti manifesti legati alla figura di Leonardo Sciascia ed alle polemiche che lo hanno visto incolpevole protagonista dopo la sua scomparsa – qualche buontempone vuole ricordarci che il momento del voto è essenziale nella vita di una comunità.

Come ricordava oggi lo storico Lillo Taverna con un suo post su facebook, trascrivendo una frase di George Orwell, “Un popolo che elegge corrotti, impostori, ladri e traditori, non è vittima! E’ complice!”. Colpi di Spillo non crede che sia questo il caso delle prossime elezioni di Racalmuto, né di coloro che si sono candidati, ma un pò di attenzione non guasta.

 

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *