Infopoint turistico Valle dei Tempi: piccolo investimento, grandi risultati

|




10.583 le informazioni somministrate, servite in totale 26.458 turisti.

Un momento della conferenza stampa

Un momento della conferenza stampa

“L’infopoint turistico attivato nella Valle dei Templi prova come a fronte di un piccolo investimento si possano ottenere grandi risultati”. E’ quanto ha affermato Gaetano Pendolino, amministratore del Distretto turistico Valle dei Templi, ieri, nel corso della conferenza stampa, che si è tenuta ieri ad Agrigento nella sala conferenze di Casa Sanfilippo, sede del Parco Archeologico e Paesaggistico.

“Grazie ai volontari di Legambiente e del Mudia, così come alle professionalità messe a disposizione dal Consorzio turistico Valle dei Templi, siamo riusciti a fornire servizi di qualità ai turisti – ha aggiunto Pendolino -, ottenendo il risultato di una loro permanenza ad Agrigento non programmata. Riteniamo che il turista sia disposto a spendere, qualora a fronte di un corrispettivo economico gli vengano proposti dei servizi che rispondano a tutte le sue esigenze. Non è chiedendo ai visitatori di pagare un di più, in termini di tasse, che potremo riuscire a portare beneficio alla nostra economia e alla collettività”.

Sono 10.583 le informazioni somministrate in undici mesi dall’infopoint turistico attivato dal Distretto Turistico Valle dei Templi, all’interno del Parco Archeologico. Sono state servite in totale 26.458 persone, il 43,28 per cento di lingua italiana e il 56,72 per cento stranieri. Grazie alle indicazioni fornite, il 15,51 per cento ha deciso di prolungare la permanenza ad Agrigento oltre le due ore di visita programmate, generando un’economia per effetto di un servizio che necessita di ulteriori investimenti di risorse umane e finanziarie per garantire e potenziarne le funzioni. Questo 15,51 per cento ha prodotto 205.000 euro. Dei 218.946 visitatori individuali, ovvero non in gruppo organizzato, registrati nella Valle dei Templi, il 22% circa pari a 48.168 persone è di transito e senza prenotazione in hotel. Sono proprio il totale di questi oltre 48 mila visitatori liberi che può produrre con un adeguato orientamento circa 10.885.000 euro.infopoint

Sono intervenuti anche il presidente del Consorzio turistico Valle dei Templi, Paolo Pullara, il direttore del Distretto turistico, Enzo Camilleri, e il coordinatore dell’infopoint, Claudio Castiglione. Ad aprire l’incontro con i giornalisti è stato il direttore del Parco Archeologico, Giuseppe Parello, il quale  ha espresso l’auspicio che si creino le condizioni per il prosieguo dell’ attività dell’infopoint, che ha in parte supplito alle carenze determinate dalla mancanza dei servizi aggiuntivi, per motivi indipendenti dal Parco,fornendo orientamento e assistenza multilingue ai turisti.

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *