Guagliano (Pd): “Se Messana vuole candidarsi, perchè si è sottratto alle primarie?”

|




Sindaco Racalmuto. Sulle vicende interne del Pd locale interviene, con una nota, Giuseppe Gugliano, esponente renziano. “Il mio partito deve assecondare gli elettori che chiedono di voltare pagina”

Sulla vicenda politica di Racalmuto e soprattutto sul dibattito interno al Pd (ancora diviso sul nome del candidato) interviene Giuseppe Guagliano con questa nota che riportiamo integralmente.

Emilio Messana

Emilio Messana

 

E’ fisiologico che in ogni campagna elettorale che si rispetti siano presenti molteplici ingredienti che risultano più o meno necessari alla creazione di quel minestrone da cui dovrà scaturire  l’elezione di una compagine politica che avrà l’onere e l’onore di governare Racalmuto.

Resta da capire se la loro eterogeneità, la mescolanza, i tempi di cottura,gli aromi e i sapori prodotti somiglierannopiù alle pietanze “sapientemente” preparate durante la prima repubblica o a quella dell’ultima Amministrazione eletta, snaturata da alcuni fino a renderla indigesta.

Gli elementi che danno sapore e che, drammaticamente, scarseggiano in questa tornata sono la chiarezza la veritàe il coraggio.

Di certo c’è che alcuni “manovratori” dell’informazione localesono come il sale in cucina.

Possono rendere gustosa la minestra; possono renderla insipida (rimediabile) o salata fino a renderla stomachevole.

Su alcuni siti Web è apparsa la notizia che pezzi sparsi di politica riconducibili a ben noti personaggilocali, abbiano imposto la candidatura a Sindaco dell’ ex segretario provinciale del PD tentando di imporre la continuità politico –amministrativadi una classe dirigente in sella da molti (troppi) decenni.

Di conseguenza (secondo questa ricostruzione) l’ala Renziana e quella che fa capo al nuovo Segretario cittadino del PD pur essendo maggioritaria all’interno del direttivo ne uscirebbe sconfitta politicamente.

Un fatto questo che dovrebbe indurre il segretario a rassegnare le dimissioni.

Forse sarebbe opportuno un po più di prudenza, chiarezza e rispetto per la verità da parte di chi fa informazione; ciò è necessario al fine di evitare che si possa pensare ad una deliberata e precisa volontàdi condizionare la campagna elettorale a vantaggio di qualcuno, rischiando di rendere ancora una volta indigesta la pietanza per i cittadini Racalmutesi.

Tornando al fatto, per quanto mi riguarda posso dire che se realmente l’amico Messana aspira alla candidatura a Sindaco, potendo contare su un fronte più o meno assortito che lo sostiene, ha perso una grande occasione sottraendosi alla competizione delle primarie, poichè in caso di vittoria ne avrebbe ottenuto quell’autorevolezza ecredibilità che difficilmente potrà acquisire passando dalle stanche ed estenuanti riunioni politiche che, probabilmente, si concluderanno con una votazione finale del direttivo.

La mia personale sensazione è che il Pd a Racalmuto, come nel resto del Paese, in questo momento, non possa fare altro che assecondare la volontà del proprio elettorato che chiede di voltare pagina rispetto all’esperienza politica degli ultimi anni. Così come chiede alla classe dirigente storica di mettere a disposizione l’ esperienza politicaper incanalare nel migliore modo possibile il nuovo corsoa beneficio del partito e della comunità.

Giuseppe Guagliano

Altri articoli della stessa

One Response to Guagliano (Pd): “Se Messana vuole candidarsi, perchè si è sottratto alle primarie?”

  1. Calogero Taverna Rispondi

    26 marzo 2014 a 18:58

    Carissmo Guagliano, Sutor ne ultra crepitam. Io ti consiglierei di tacere. Emilio, se si parla di prima di seconda repubblica racalmutese è davvero intemerato illibato probo saggio sapiente e perspicace, gli ondivaghi annidatisi ora sotto la coltre renziana hanno di che nascondersi. Sappiamo tutti che una coscienza tranquilla è figlia di cattiva memoria e mi sa che i novelli renziani di Racalmuto fingono coscienze illibate per memorie sotterrate nella più profonda tomba di Santa Maria. Ma ci siamo di quelli che di memoria ne abbiamo a iosa, volendo potrei persino rispolverare i miei tabulati dell’AIMA, e quindi vi diciamo adelante Pedro cum iujcio. Che bello che bello: primarie come quella notte a casa del Popolo e così andiamo tutti in MORA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *