Grotte, se vuoi giocare al campo sportivo devi pagare le spese

|




Il Comune ha comunicato alla Società Libertas che se vuole disputare il campionato deve accollarsi tutte le spese: totale 5 mila euro.

Paolino Fantauzzo

Il sindaco di Grotte
Paolino Fantauzzo

Pare che non ci sia altra soluzione per la “Libertas” di Grotte, squadra che milita in promozone: se vuole disputare il campionato e usufruire del campo sportivo di Grotte deve fare una convenzione con il Comune e farsi carico delle spese di gestione del campo.

Nella lettera che ci ha inviato il presidente della Società, Dino Mercato, spiega: “Giorni fa lo staff del comune di Grotte,sindaco-vice e assessore, hanno convocato la società “Libertas 2010” che, ormai da tre anni, rappresenta il calcio dilettantistico cittadino, per comunicarci che la concessione del nulla osta per l’utilizzo del campo sportivo è subordinata alla firma di una convenzione.

In parole povere la società-scrive Mercato- dovrà accollarsi le spese di acqua, luce e gas per un totale di 5000 euro.
Oltre a far notare che da quando operiamo a Grotte l’amministrazione non ci ha concesso un euro di contributo, veniva posto in rilievo il non indifferente risvolto sportivo e sociale a tutti evidente.
Ma, a questo punto,-conclude amaramente Mercato- dobbiamo pensare che, per alcuni, si tratta solo di retorica propaganda”.
Nostra considerazione.
Caro sindaco ci rendiamo conto che quelli che viviamo sono tempi difficili, ma una scappatoia per aiutare lo sport crediamo che possiate trovarla. Tra l’altro si tratta di una spesa che il Comune potrebbe tranquillamente sostenere.
Avete elargito altri contributi, di importi anche superiori, per carità, per inziative degnissime, quindi perchè penalizzare proprio lo sport e costringere chi, in forme diverse lo rappresenta, ad affermare legittimamente che quanto avevate promesso in materia di sport rischia di trasformarsi, se non è già avvenuto, in “retorica propaganda”.
E.T.
Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *