Grotte scintille tra maggioranza e opposizione

|




Il Gruppo consiliare del M5S: “La democrazia sarà adoperata esclusivamente da Sindaco e Presidente, a loro discrezione”. Il sindaco: “Opposizione populista e priva di contenuti politici”. Il Presidente del Consiglio comunale: “Quelle dei grillini grottesi proposte populiste e demagogiche”.

Sfocia in una pepata polemica, a colpi di dichiarazioni, la seduta del Consiglio comunale di Grotte svoltasi il 7 novembre.

In una nota inviata al nostro giornale i Consiglieri di minoranza del M5S, premettendo che quella del 7 novembre sarà “per Grotte una data da ricordare” affermano che  “La democrazia, “governo del popolo”, ovvero sistema di governo in cui la sovranità è esercitata, direttamente o indirettamente, dal popolo, sarà adoperata esclusivamente da Sindaco e Presidente, a loro discrezione: com’è riportato All’ar. 4 del regolamento approvato. Tant’è che il sindaco Alfonso Provvidenza ha tenuto a sottolineare durante l’ultima seduta consiliare che ha vinto le elezioni con oltre 1.800 preferenze, motivando così perché accentra il potere in un solo organo, se non addirittura nelle sue mani”.

“La maggioranza consiliare – aggiunge il gruppo consiliare del M5S – l’ammucchiata “civica” che sostiene la giunta Provvidenza, che poi in buona parte è quella che ha sostenuto il sindaco uscente, con in testa l’attuale presidente del Consiglio Comunale (751 preferenze) votato da quasi un grottese su 4, ha bocciato: l’emendamento sul centro storico; pertanto tutto rimane com’è, nell’attesa che le Loro “idee” maturino; l’emendamento sulla promozione della cultura della legalità, così i criminali possono continuare ad essere ospitati e festeggiati; ha rinviato  l’emendamento sulla riqualificazione delle villette comunali con la “calunia” (=scusa) per la quale la mozione presentata era troppo “vincolante” da votare perché chiedeva una ricognizione delle villette pubbliche (entro tre mesi) e di adeguare le attrezzature, anche per bambini disabili, compatibilmente con le risorse disponibili. Per il sindaco Alfonso Provvidenza, la sua giunta, i consiglieri di maggioranza – conclude il gruppo consiliare del M5S – i bambini e i bambini disabili possono attendere…Perché Loro, hanno Grotte nel cuore”.

“Faccio presente – dichiara il sindaco Alfonso Provvidenza – che il Consiglio Comunale ha approvato diversi atti particolarmente importanti per il Comune di Grotte: rendiconto 2017;  adesione GAL; adesione Strada degli scrittori; regolamento consulte e gruppi di lavoro; regolamento istituzione Servizio civico comunale. Atti importanti, sotto diversi aspetti, culturale, sociale ed economico-contabile. Voglio sottolineare l’approvazione del regolamento istitutivo del servizio civico comunale che consentirà a circa venti persone di percepire un contributo economico a fronte dello svolgimento nel territorio comunale di servizi di pubblico interesse e di pubblica utilità esercitati in forma volontaria e flessibile. Tale Servizio rappresenta una risposta concreta alle esigenze del cittadino di ricoprire un ruolo attivo, valorizzando la propria dignità personale, favorendo la sua integrazione sociale e promuovendo il mantenimento ed il potenziamento delle capacità personali. Sono stati approvati, quindi, diversi atti dalla maggioranza che ha mostrato, come sempre, impegno, serietà e amore per il proprio paese. Poco da dire sull’opposizione, sempre populista e sempre assente nei momenti amministrativi di scelta per il bene comune. Continua la mancanza di contenuti della loro “politica”, fatta di mozioni e video su youtube, con l’unico scopo di ottenere qualche click in una prossima competizione elettorale; pertanto, come sempre, nessun commento sulle loro sterili dichiarazioni. Domani nessuno se ne ricorderà”.

Il Consiglio comunale – afferma il Presidente Angelo Carlisi – con argomentazioni fondate ha smontato tutti gli interventi e le proposte populiste e demagogiche che i grillini grottesi portano avanti con scarso successo, mostrando scarsa sensibilità istituzionale riguardo a temi sociali come l’istituzione del servizio civico comunale, nonchè a quelli economici concernenti l’adesione al GAL..Ha ragione la nostra capogruppo Roberta Di Salvo, quando nel suo intervento ha evidenziato le contraddizioni del gruppo di minoranza…”

 

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *