Grotte, l’anno scolastico parte in mongolfiera

|




Grande festa in tutti i plessi dell’Istituto Comprensivo “Roncalli”. La Preside: “L’importanza dello studio, la necessità di impegnarsi, l’osservanza di regole condivise, il rispetto per il prossimo rendono ogni studente parte integrante di quella grande comunità chiamata scuola”.

Sono tre gli appuntamenti programmati dall’Istituto Comprensivo “Roncalli” di Grotte per celebrare l’inizio del nuovo anno scolastico. Tre ordini di scuola, – infanzia, primaria e secondaria di primo grado- tre cerimonie inaugurali. “L’idea è quella di rendere protagonisti tutti gli studenti, adeguando al percorso scolastico di appartenenza temi e progettazioni dedicati all’accoglienza”. L’inaugurazione dell’anno scolastico segna, infatti, la fine di un percorso progettuale pensato per rendere meno traumatico l’inizio di “un tempo nuovo” carico di aspettative ma anche di timori per studenti e genitori.

A dare il via ai festeggiamenti sono stati gli alunni della scuola secondaria di primo grado lo scorso 4 ottobre, nel Giorno di San Francesco. Come voluto dal Parlamento gli studenti hanno scelto i temi di pace, fraternità e dialogo fra le religioni per celebrare l’inizio del nuovo anno scolastico.  Le attività in programma hanno offerto un’occasione per proporre gli ideali e i valori del poverello di Assisi e le sue forti scelte di vita. Temi importanti mediati da momenti musicali, riflessioni, testimonianze, che hanno voluto rinforzare il concetto di accoglienza proposto in questo primo mese di lezioni.

Giorno 5 ottobre, invece, sono stati alunni della scuola primaria ad essere protagonisti. La loro manifestazione si è conclusa con il volo di una mongolfiera, simbolo di amore, solidarietà, condivisione e rispetto.

Davanti al sagrato della chiesa Madre decine e decine di bambini hanno seguito col naso all’insù il volo del piccolo pallone aerostatico liberato dal Dirigente Scolastico Anna Gangarossa.

Un momento di gioia a conclusione di una giornata pensata per i piccoli della scuola primaria, ricca di riflessioni, suggerimenti, idee che hanno visto, ancora una volta, come filo conduttore i valori di pace e fratellanza tanto cari a San Francesco.

Nel suo intervento il dirigente scolastico ha sottolineato come “L’importanza dello studio, la necessità di impegnarsi, l’osservanza di regole condivise, il rispetto per il prossimo rendono ogni studente parte integrante di quella grande comunità chiamata scuola”Una vera e propria festa quella vissuta dagli studenti della scuola primaria in cui non sono mancate tra risate e voci stonate anche le lacrime di commozione di qualche genitore.

Ultimo appuntamento, il prossimo 17 ottobre, per gli alunni della Scuola dell’Infanzia. Ai piccolissimi è stato concesso più tempo per inserirsi e adattarsi nel un nuovo ambiente di apprendimento. Anche a loro sarà dedicata un’intera giornata di festeggiamenti all’insegna della gioia e del divertimento.

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *