E Grotte conquistò la Repubblica Ceca

|




L’artefice di questa conquista è Marie Tresnakova, giornalista della Televisione Ceca. Una storia che merita di essere raccontata.

Come tutti i piccoli centri del Sud Italia, anche Grotte sta vivendo anni di declino economico, sociale, culturale. La gente emigra. I giovani vanno a studiare fuori e nel 99% dei casi non fanno più ritorno. Le tante case costruite nel secolo scorso, per figli, nipoti e pronipoti, si svuotano o sono sempre state vuote, mentre quelle del centro storico, per l’80% abbandonate, invecchiano e crollano nel disinteresse collettivo. A centinaia i cartelli vendesi. Ma chi deve acquistarle se il paese si spopola e giovani e meno giovani emigrano? Come ripopolare questi centri per salvare un po’ di storia e ridare fiato all’economia locale?

A Grotte ci ha pensato Marie Tresnakova, che non è un agente immobiliare, ma una giornalista di Ceska Televize, la “Rai” Ceca. Marie Tresnakova è per l’appunto una Ceca di Praga. Ho assistito spesso, durante le presentazioni, a questo siparietto:  “Salve sono Marie e sono Ceca”. “Ceca?” risponde di solito l’altro con stupore. E lei: “si, della Repubblica Ceca”.  E l’altro soddisfatto: “Ah! sei Cecoslovacca”. Per noi il tempo si è fermato al 1993, o forse anche prima.

Marie Tresnakova con Vittorio Sgarbi

Marie è finita a Grotte 13 anni fa un po’ per caso, ma è stato amore a prima vista, tanto che ha deciso di comprare una piccola casa nel centro storico del paese e di tornarci 3-4 volte l’anno. Poi si sa come vanno queste cose, parli della Sicilia con un amico, poi con un altro e al resto ci pensa l’immaginario dell’isola.

La Sicilia, agli occhi dei Cechi e non solo, è bella, è esotica, è un’isola, fa gola a tanti. Di conseguenza Maria nei suoi viaggi verso la Sicilia, verso la sua amata Grotte, ogni volta ritornava quasi sempre in compagnia di qualche amico. Ma gli amici di Maria, per il lavoro che fa, sono amici speciali. Ne arrivano tanti. Tutti si innamorano della Sicilia. Alcuni decidono di prendere casa a Grotte, nel centro storico, affascinati dalle viuzze, dalla serenità e dai ritmi lenti della vita che si conduce nei quartieri.

Marie Tresnakova con Luca Zingaretti

Praga-Grotte andate e ritorni. Di viaggio in viaggio, di anno in anno, grazie a Marie la comunità Ceca cresce. Ed ecco che oggi in una calda sera d’estate o durante le fredde giornate di Pasqua, al bar Palumbo, il “Bar dei Cechi”, si può incontrare Eva Holubova, la più grande attrice ceca, o scambiare due parole con Michaela Gubelova, editrice della rivista Xantypa, che dopo aver intervistato un capo di stato o di governo, trova sempre il tempo di trascorrere qualche giorno a Grotte, o incontrare Marketta Vankova, una delle più affermate artiste concettuali della Repubblica Ceca.

Ma non arrivano solo gli amici a comprar casa, arrivano anche gli amici con la telecamera. Ed ecco che per ben due volte sbarca a Grotte la “Rai” ceca – portata da Marie – a fare dei servizi sul paese, le sue strade vecchie che tanto ammaliano i Cechi, le sue tradizioni, il vino Morgante. Poi escono due libri – scritti da Marie ovviamente – che parlano della Sicilia e ancora tanto di Grotte: del vino, del centro storico, di fotografi e artisti locali, di gente comune. E con i libri e con la tv arrivano tanti altri Cechi nuovi, per una vacanza o per comprare un’altra casa. Oggi i Boemi proprietari di case a Grotte sono tanti, forse più di 30, e fonti fidate assicurano che tanti ancora ne arriveranno.

E’ particolare e merita un’attenzione speciale quello che avviene nel 2014.  

“La Femme”, importante galleria di Praga, che ogni anno sceglie una località diversa in cui portare i propri artisti – Equador, Andalusia, Brasile, Canada, Provenza – decide di fare meta in Siclia, a Grotte ovviamente, per il suo progetto “Art Symposium in Sicily, 2014”

Artisti del calibro di Boris Jirků, professore e per tanti anni rettore dell’ Acccademia delle arti, di Architettura e del Design di Praga,  Miroslav Jiránek, Michaela Žemličková, Zdeněk Tománek, Alena Beldová, Jiří Belda, Miroslav Pošvic, per due settimane setacciano strade, vicoli e campagne di Grotte e paesi limitrofi in cerca dell’ispirazione e del paesaggio perfetto.

Guardo foto Progetto“Art Symposium in Sicily, 2014”

Questo slideshow richiede JavaScript.

La Sicilia ha 390 comuni ma questi illustri ospiti hanno soggiornato a Grotte ed operato prevalentemente a Grotte. Hanno realizzato degli schizzi, dei disegni preparatori di quadri poi completati in patria ed esposti in più mostre. Direzione Grotte” c’è scritto nella croce di legno, realizzata da Jiri Michalec, che presto forse arriverà a Grotte e che ha accompagnato la mostra.

Chi c’è dietro a tutto questo? La risposta la conoscete già.

Chi scrive auspica che il Consiglio Comunale e la Giunta possano premiare l’impegno e l’amore disinteressato di questa donna, autentica “Ambasciatrice” di Grotte in Repubblica Ceca, con la concessione dell’onorificenza più prestigiosa: ossia quella della Cittadinanza onoraria, per l’affezione, l’interessamento e la promozione della nostra città e della nostra comunità.

 

 

 

 

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *