Quando gli studenti si innamorano di Pirandello

|




Saranno 500, e da ogni parte d’Europa, quelli che dal 16 al 18 maggio parteciperanno ad Agrigento alla fase conclusiva della seconda edizione del Concorso “Uno, nessuno e centomila”. Tutti i vincitori. 

Un’immagine della precedente edizione

Concorso “Uno, nessuno e centomila”, dopo la prima edizione, che si è svolta nel 2017 in occasione del Centocinquantenario della nascita di Luigi Pirandello, l’edizione 2018 ha quadruplicato l’attenzione e l’interesse di docenti e studenti.

Ecco la rosa dei vincitori: per la sezione scuole secondarie di primo grado, drammaturgia, gli alunni dell’Istituto Comprensivo di Davoli, plesso di Isca, Catanzaro, con “Il treno ha fischiato” e, per la rappresentazione, l’I.C. 4 Pestalozzi di Sant’Antimo con “La patente”. Per la sezione scuole secondarie di secondo grado vincono gli studenti del College Les Hauts Grillets di Saint-Germain-en-Laye, Parigi, con “Dono della Vergine Maria”, cui i quattordici membri della Commissione, presieduta da Renato Corosu e coordinata da Giuseppe Zambito del Miur, hanno assegnato sia il primato per la drammaturgia che per la rappresentazione.

Tra gli altri premiati: Irene Conte, drammaturgia, dell’IIS Vittorio Alfieri di Asti; Alessandro Borys e Lorenzo Moretti del Liceo IMI di Istanbul; Gerardina Alberti e Luca Rosa dell’ISISS G. Ronca di Solofra, sezione Ite di Montoro; il Liceo classico F. Maurolico in rete con l’Ites A.M. Jaci di Messina; il Liceo Agli Angeli di Verona; l’Iiss Luigi Einaudi di Foggia; il Lycée Cité Scolaire Internationale “Europole” di Grenoble; l’I.C. Galluppi- Collodi-Bevacqua di Reggio Calabria; la Scuola Statale Italiana di Atene; l’ I.C. Perugia 3 San Paolo di Perugia; l’I.C. Bovio Mazzini di Canosa di Puglia; l’I.C. Karol Wojtyla di Roma.

Ad aggiudicarsi il Premio internazionale “Uno, nessuno e centomila” per le Reti Scolastiche sono state le studentesse e gli studenti ambasciatori della Rete di scuole OTIS – Oltreconfini – Il Teatro Incontra la Scuola.

Il Concorso, promosso dal Miur-Direzione generale per lo studente, l’integrazione e la partecipazione diretto dal dott. Giuseppe Pierro, è realizzato in collaborazione con il Comune di Agrigento, il Distretto turistico Valle dei Templi e la Strada degli Scrittori, la Fondazione Teatro Luigi Pirandello, l’Accademia di Belle Arti Michelangelo e l’associazione Kaos. Coordina la manifestazione l’Ipsseoa Costaggini di Rieti, istituto alberghiero diretto dalla dottoressa Alessandra Onofri. 

Il concorso si inserisce inoltre nel Programma della Farnesina “Italia, Culture, Mediterraneo”, ciclo di iniziative che riunisce in un unico contenitore progetti linguistico-culturali e scientifici per consolidare un approccio innovativo nel dialogo fra le due sponde del Mediterraneo. Il Maeci, in occasione della premiazione, consegnerà uno specifico riconoscimento alla scuola all’estero che avrà saputo declinare al meglio il tema del Programma attraverso l’opera pirandelliana e il teatro. Tutti gli approfondimenti.

Dal 16 al 18 maggio circa  500 studenti saranno ad Agrigento per esprimere la poetica pirandelliana, e per dare vita alla premiazione e alla fase conclusiva del concorso. E sarà il Teatro Pirandello a fare da trait d’union tra il mondo della scuola e le sue opere, tra maschere e personaggi, offrendo  occasione di riflessione sui temi più attuali.

suwww.stradadegliscrittori.it e su www.facebook.com/concorsounone ssunocentomila/

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *