Geraldo Alongi eletto Presidente della Società Italiana Cure Palliative

|




Prestigioso incarico per il primario del reparto di Hospice dell’ospedale di Agrigento. Il compiacimento del Presidente dell’Ordine dei Medici.

Geraldo Alongi foto agrigentooggi.it

Geraldo Alongi foto agrigentooggi.it

Il dottor Geraldo Alongi è il nuovo presidente della Società Italiana di Cure Palliative, l’elezione è avvenuta lo scorso 30 maggio in concomitanza del VI Convegno Regionale sulle cure palliative svoltosi ad Agrigento. Meritatissimo riconoscimento per il medico agrigentino che ha sempre profuso un grande impegno sul fronte della Terapia del Dolore e delle Cure Palliative.

Compiacimento per l’incarico conferito ad Alongi viene espresso in una lettera dal dottor Giuseppe Augello, Presidente dell’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Agrigento. “Voglio congratularmi a nome mio e del Consiglio Direttivo tutto-scrive Augello- per l’elezione del Dott. Geraldo Alongi, V.Presidente di codesto ordine professionale, a Presidente della Società Italiana di Cure Palliative – Sicilia.

L’incarico conferitogli è una conferma dell’impegno fruttuoso del Dott. Alongi nel campo delle Cure Palliative e della Terapia del Dolore.

La professionalità e l’attenzione costante rivolta alle cure di fine vita hanno fatto dell’Hospice di Agrigento da lui diretto, uno dei fiori all’occhiello del sistema sanitario regionale”.

 

L’Ordine, consapevole dell’importanza di questa nomina conferita per la prima volta a un medico agrigentino, non farà mancare il suo supporto all’operato della SICP – Sicilia  e la propria disponibilità a collaborare con tutte le realtà impegnate nel far prosperare una rete di cure palliative sul territorio che sappia rispondere in modo globale alla fragilità umana.

 

Auspicando-conclude il presidente dell’Ordine dei Medici di Agrigento- che questa nomina rafforzi la diffusione in tutta la provincia della consapevolezza che le Cure Palliative rappresentano una rivoluzione culturale nel mondo sanitario, in quanto permettono di vivere con dignità la fase finale della propria vita”.

 

 

 

 

 

 

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *