Elezioni Grotte. La “grande coalizione” si spacca

|




Leonardo Cutaia: “Se ci sono le condizioni scenderemo in campo con una nostra lista”.

Leonardo Cutaia

L’idillio è durato poco. E’ bastato appena un mese di frequentazione per capire che quella improvvisa “fiamma d’amore” era destinata a spegnersi, a non avere un futuro.

La “grande coalizione” , formatasi a Grotte in viste delle prossime elezioni comunali, si è spaccata, per essere più precisi ha perso una componente fondamentale, quella che fa capo ai cinque consiglieri d’opposizione all’amministrazione Fantauzzo: Leonardo Cutaia, Anna Todaro, Vincenzo Cimino, Santino Lombardo e Davide Magrì.

“Non ci sono più le condizioni per andare avanti-dichiara il leader del gruppo Leonardo Cutaia-noi non siamo disposti ad accettare imposizioni dai vecchi politici, pertanto abbiamo deciso di uscire da questa coalizione e, se ci saranno le condizioni, scenderemo in campo con una nostra lista”.

Cutaia non aggiunge altro, non vuole neanche entrare nel merito di quelle che lui definisce “imposizioni”. Naturalmente si capisce bene, ma questa è una nostra considerazione, che a rompere gli equilibri è stata, probabilmente, la proposta di candidatura di Roberta Di Salvo, che il  gruppo cui fa capo Cutaia non avrebbe condiviso sin dal primo momento.

 

Altri articoli della stessa

2 Responses to Elezioni Grotte. La “grande coalizione” si spacca

  1. Michelangelo Rispondi

    05/05/2018 a 14:06

    Dispiace molto sentire questo, pensavo che l’amore per il prprio paese tanto sciorinato dai tanti, corrispondesse ad un atteggiamento consapevole e di maturità politica, ma questo appartiene a persone con grande sensibilita politica e umana…..

  2. Santino Lombardo Rispondi

    05/05/2018 a 15:08

    È doveroso precisare che la “grande coalizione”non si è spaccata sul nome di Roberta Di Salvo per il semplice fatto che ieri sera, questo nome, non è stato proprio fatto. Le motivazioni sono esplicitate nella dichiarazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *