Ce la faranno i nostri eroi?

|




Colpi di Spillo ci rinfresca la memoria volgendo lo sguardo al passato. Vecchi e nuovi alla conquista del paese della ragione.

Osservato rispettosamente il silenzio elettorale Colpi di Spillo, per risollevarsi dalla noia manifestata nell’ultimo pezzo pubblicato venerdì, e in attesa dei risultati definitivi del voto, ha deciso di voltarsi indietro per rendere un pò più frizzante l’attesa.

E nello scorrere liste, candidati e foto delle ultime amministrative del 2007, il divertimento, o il disorientamento, è assicurato grazie ad un rimescolamento di gruppi, generi, partiti e persone che allegramente passavano e passano da un sindaco all’altro, da un partito o movimento all’altro, da carriere da gregari ad ambizioni di prima grandezza; con una serie di evergreen sempre presenti ad ogni appuntamento elettorale.

Sindaci ed assessori designati del 2007

Sindaci ed assessori designati del 2007

Le foto di prima pagina del numero cartaceo del nostro giornale del maggio 2007 sono emblematiche: da una parte, accanto al compianto Giovanni Sciortino – candidato sindaco del centrodestra e della Margherita –  troviamo quali assessori designati Carmelo Borsellino e Luigi Romano, oggi rispettivamente candidati sindaco e vicesindaco; Vincenzo Maniglia, oggi segretario del Pd a sostegno di Emilio Messana; il sempreverde repubblicano Salvatore Chiarelli, che ha candidato il fratello Eduardo a sostegno di Enzo Sardo ed il blogger Sergio Scimé, oggi in disparte, rimasto indeciso e tentennante sul sostegno a Messana o Borsellino in ragione della mozione degli affetti e nel 2007 candidato anche in consiglio comunale (56 voti).

Anche la foto che raffigura l’ex Sindaco Petrotto ed i suoi assessori designati ci racconta altri particolari: accanto a lui, sostenuto dai Ds e da diverse liste civiche, il docente e poeta Piero Carbone, che oggi ha rifiutato ogni impegno assessoriale con diversi candidati sindaci che l’hanno proposto; Nino Lauricella, candidato quale vicesindaco a sostegno di Angelo Cutaia; e poi ancora Angela Schillaci, Ignazio Marchese, Giovanni Mattina e Piero Taormina.

Ma è nello scorrere le 11 liste di candidati al Consiglio comunale, ben 195, che il divertimento è assicurato.

Giuseppe Grizzanti

Giuseppe Grizzanti

falletti 3

Luigi Falletti

Riusciranno Luigi Falletti e Giuseppe Grizzanti, candidati nel 2007, il primo nella lista Psi/Udeur (42 voti), ed il secondo nell’Mpa (8 voti), a migliorare le loro performance e portare alla vittoria i cinque stelle?

Se la lista che oggi sostiene Biagio Adile comprende il numero più alto di consiglieri comunali uscenti anche quella a sostegno di Emilio Messana non scherza quanto al profumo di passato.

Alle passate amministrative tra i componenti oggi della lista Racalmuto che rinasce, Calogero Campanella (86 voti) e Giovanni Barravecchia (93 voti) sostenevano l’ex Sindaco Petrotto, mentre Calogero Falco (68 voti), Lidia Picone (75 voti) ed Alfredo Mattina (96 voti) sostenevano nelle file della Margherita Giovanni Sciortino, così come Salvatore Baldo (67 voti), cognato di Santina Merulla, candidata oggi a sostegno dell’urologo palermitano.

Giuseppe Licata

Giuseppe Licata

E dulcis in fundo il dott. Giuseppe Licata – designato vicesindaco da Adile -, che, nelle liste dell’UDC a

Carmelo Collura

Carmelo Collura

sostegno di Sciortino, risultò il primo eletto con 204 voti: chissà se con il nuovo sistema elettorale e con il suo costante impegno riuscirà a raddoppiarli.

Dicevamo che anche la lista Messana non scherza con i soliti noti: se a ricandidarsi quali consiglieri uscenti oggi sono solo l’immarcescibile Carmelo Collura, 84 voti con Forza Italia nel 2007, e Sergio Pagliaro (65 voti) all’allora nell’Udc, la lista schiera un buon numero di parenti, sodali ed affini già presenti nel 2007.

Riuscirà Giuseppe Guagliano a far meglio del fratello Angelo (111 voti a sostegno di Petrotto)? Ed Ivana Mantione supererà il consenso ottenuto dal suocero Calogero Cacciato (34 voti)? Gianluca Di Marco eguaglierà Salvatore Milioto forte dei suoi 145 voti? Giuseppe Spalanca riuscirà ad emulare il cugino Eduardo(92 voti)? E Marcello Tufarulo ? Sarà in grado di recuperare i voti di Giancarlo Matteliano (77) e Daniela Penzillo (25), nel 2007 schierati su posizioni avverse.

Da sx in alto Marcello Tufarulo, Marilena Piscopo, Gianluca Di Marco, Giuseppe Spalanca, Patrizia Messana, Salvatore maniglia, Morena mattina e Giuseppe Guagliano

Da sx in alto Marcello Tufarulo, Marilena Piscopo, Gianluca Di Marco, Giuseppe Spalanca, Patrizia Messana, Salvatore maniglia, Morena mattina e Giuseppe Guagliano

Chissà infine se Salvatore Maniglia supererà se stesso (63 voti nel 2007) e se Morena Mattina andrà oltre i 53 voti del cognato Calogero Giglia.

Ma anche le liste a sostegno di Carmelo Borsellino, Enzo Sardo ed Angelo Cutaia non sfuggono alla nostalgia degli ex: Paolo Agrò,

Paolo Agrò

Paolo Agrò

candidato nel 2007 con l’Mpa (73 voti) e consigliere per sole 48 ore si ripresenta a sostegno di Borsellino, così come Calogero Vinci (42 voti), nel 2007 nelle fila della Margherita; anche Luigi Romano ci riprova forte delle sue 76 preferenze nelle file di Alleanza nazionale mentre Valentina Zucchetto tenterà di superare i 66 voti ottenuti dal suo papà Giuseppe, candidato allora nel Psi/Udeur.

Enzo Sardo schiera Luigi Capitano che partendo dalle 63 preferenze del 2007, nei Ds a sostegno di Petrotto, dicono dovrebbe fare il botto; di Eduardo Chiarelli e di suo fratello abbiamo già detto mentre un altro fratello, Salvatore cercherà di raggiungere le 88 preferenze del compianto Carmelo Bufalino.

Fanalino di coda la lista di Angelo Cutaia in cui solo il giovane Rosario Lo Presti ha il compito di superare lo zio Gaetano (41 voti), candidato alle amministrative del 2007.

Ce la faranno i nostri eroi ….

 

Altri articoli della stessa

One Response to Ce la faranno i nostri eroi?

  1. Calogero Taverna Rispondi

    26 maggio 2014 a 9:23

    Occhieggia sopra un emblematico slogan pubblicitario sul colesterolo. Vedo un pavido Colpi di Spillo. Stavolta non mi piace. Lasci stare il passato. Evangelicamente lasci che i morti seppelliscano i morti. Io sto a Roma e non ho notizie di sorta. Lo prego di informarmi in anteprima. Qualche eco su catastrofismi esistenziali di chi credeva di avere in pugno vittorie elettorali mi giunge. Copi di Spillo sia stavolta irriverente e mi/ci ragguagli. Come lo sa fare lui, nessuno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *