Dixmude, “sugli oceani del cielo” vola la favola dell’Estate Saccense

|




Sciacca, “Dixmudesugli oceani del cielo”  è il nuovo spettacolo scritto e diretto da Salvatore Monte che racconta la tragica avventura del Dirigibile Dixmude, precipitato nelle acque di Sciacca nel dicembre del 1923.

Racconta la tragica avventura del Dirigibile Dixmude, precipitato nelle acque di Sciacca nel dicembre del 1923, e quanto fece Padre Michele Arena che, al tempo, gestiva il complesso monumentale delle “Giummare”.

E’ “Dixmude, sugli oceani del cielo”, il nuovo spettacolo, scritto e diretto da Salvatore Monte, una favola musicale che sarà proposta nel corso dell’estate saccense 2018. 

In scena un cast composto da venti attori, sei danzatori e venti coristi che faranno rivivere i personaggi che furono protagonisti e vittime di quella tragica avventura: il Comandante Du Plessis, interpretato da Domenico Vernagallo, l’amato Padre Arena interpretato da Riccardo Plaia; le sorelle del Convento; esponenti della marina militare Italiana e Francese.

Stiamo lavorando – spiega Salvatore Monte – per offrire al pubblico emozioni e suggestioni uniche. Il Dixmude è parte integrante della storia della Nostra città e per questo preciso motivo ho deciso di drammatizzare una vicenda che ha la necessità di essere tramandata ai più piccoli. Sono sicuro – conclude Monte – che questo spettacolo potrà interessare concittadini e turisti per la sua narrazione e per il suo allestimento del tutto particolare ed in parte esclusivo”.

Le coreografie dello spettacolo sono di Angela Friscia, la direzione musicale del M° Riccardo Plaia, gli impianti scenografici di Davide Ciaccio, gli effetti illuminotecnici di Ippolito Venturieri, la fonica di Giuseppe Santangelo. L’Organizzazione generale dell’evento è di Alfonsina Pusateri coadiuvata da Vincenzo Raso, la direzione di scena di Angela Fazio e l’aiuto regista è  Emanuela Cecato.

Nelle prossime giornate saranno rese note la data del debutto e le date delle repliche. 

Nella foto la locandina dello spettacolo

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *