Cronache Scolastiche fa tappa a Racalmuto

|




Le classi quinte del Roncalli di Grotte visitano la Fondazione Sciascia e la Tipografia Moderna. Ad attenderli tre sorprendenti “maestri per caso”: Linda Graci, Salvatore Picone e Calogero Vitello

altContinua il viaggio nel mondo dell’informazione e dei media degli alunni delle classi quinte della Scuola Angelo Roncalli di Grotte.
Con “Comunicando”, il laboratorio di educazione ai linguaggi multimediali, qualche giorno fa hanno fatto tappa a Racalmuto per visitare e conoscere due importanti realtà del territorio: la Fondazione Sciascia e la Tipografia “Moderna”.
Guidati dalla dottoressa Linda Graci, i ragazzi hanno fatto visita nella prima mattinata alla Fondazione Sciascia, conoscendo storia, finalità e attività culturali di questa importante istituzione.
Un’esperienza certamente stimolante per i giovani studenti variamente attratti dalle teche contenenti scritti e documenti dello scrittore racalmutese.

Ma sono state le testimonianze della dottoressa Graci, esperta conoscitrice della figura e dell’opera di Sciascia, che, più di ogni altra cosa, hanno colpito il loro interesse. Oltre a soffermarsi sulla figura dello scrittore e sulle sue principali pubblicazioni, la Graci ha saputo regalare agli studenti anche un’immagine inedita del “Maestro di Regalpetra”, raccontando qCalogero Vitellouanto Sciascia non amasse andare in aereo, preferendo per i suoi viaggi il treno, non amasse vedere la televisione e, invece, quanto gli fosse caro il cinema.Nella tarda mattinata, poi, gli studenti del Roncalli hanno raggiunto la Tipografia Moderna dove ad attenderli hanno trovato Calogero Vitello, storico tipografo di Malgradotutto, e il nostro redattore Salvatore Picone.”È proprio in questa tipografia- ha raccontato Vitello ai ragazzi- che trentadue anni fa è stata stampata la prima edizione del giornale, con delle macchine, come la linotype, che oggi non si usano più. Non potevo mai immaginare che Malgradotutto avrebbe avuto una così lunga vita. Naturalmente mi sono sbagliato e ne sono felice. Sono orgoglioso di essere il tipografo di questo giornale che ancora oggi continua a vedere la luce presso la nostra sede, anche se con metodi di stampa più moderni.” Vitello non ha parlato ai ragazzi della grande stima che aveva per lui Leonardo Sciascia. “Su Malgradotutto difficilmente troverete un refuso-aveva scritto lo scrittore-perchè il giornale è stampato da un tipografo che, oltre a conoscere bene il proprio mestiere , lavora con la passione e l’entusiasmo di chi ama creare cose belle”.Salvatore Picone, dopo avere brevemente ricostruito i 32 anni di storia di Malgradotutto, ha illustrato ai ragazzi tutte le fasi di preparazione del giornale, partendo dal menabò fino alla stampa delle copie. Ha spiegato come avviene l’impaginazione, come si compongono i titoli degli articoli, qual è il criterio della loro collocazione nelle varie pagine, soffermSalvatore Piconeandosi e dimostrando come ,rispetto a 30 anni fa , oggi pubblicare un giornale sia molto più facile e anche i tempi siano più rapidi grazie alle nuove tecnologie.”Anche oggi – commenta Stefana Morreale, dirigente Scolastico del Rocalli– ho voluto accompagnare i ragazzi della mia scuola in quella che definirei una tappa miliare del loro percorso: la visita in tipografia. Un’esperienza unica, rara per molti, motivante e sicuramente interessante. Continuo ad emozionarmi e a gioire nel vedere tanta voglia di sapere e di apprendere. Ma del resto come non interessarsi quando ciò di cui stai parlando puoi vederlo, sentirlo e toccarlo? “A conclusione della visita i ragazzi, usando i caratteri mobili, hanno composto e stampato su un cartoncino un breve pensiero: “Bellissima esperienza. Grazie Calogero, grazie Salvatore”.

 

Valeria Iannuzzo

Docente


altalt



 

 

 

 

altalt

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *