Crollo viadotto Lauricella: gli interventi di Fontana e Moscatt

|




Il deputato regionale del Ncd: “Subito tavolo tecnico tra Istituzioni e Anas”. Il deputato nazionale del Pd: “Ancora una volta si manifesta la precarietà del sistema viario siciliano ed i pericoli che ne possono scaturire”.

Vincenzo Fontana

Vincenzo Fontana

Dopo il crollo strutturale del viadotto Lauricella sulla Ss 626 Licata-Ravanusa interviene il deputato regionale Vincenzo Fontana del Ncd. “Innanzi tutto-dichiara Fontana- sono vicino ai feriti dopo il crollo del viadotto, fortunatamente non ci sono situazioni da codice rosso. Il Ministro dell’Interno Alfano oggi impegnato in un vertice in Prefettura per altri problematiche è intervenuto subito contattando il capo della Protezione civile dott. Gabrielli e il corpo nazionale dei vigili del fuoco e si tiene costantemente aggiornato. Adesso bisogna mettere in sicurezza subito il viadotto, ma soprattutto per evitare l’isolamento di interi paesi quali Ravanusa e Campobello con i collegamenti da e per Licata, di trovare tutte le soluzioni possibili e praticabili, per alleviare il danno che subiranno questi territori e queste comunità. Credo che oltre al rifacimento nel medio-periodo del ponte Lauricella, i percorsi alternativi la ss 123 e la strada provinciale 9 non siano bastevoli, sono attualmente chiuse, quindi di trovare tutte le soluzioni possibili che hanno come target le comunità che vanno da Canicattì a Licata. Quindi invito ad aprire un tavolo tecnico di crisi tra Istituzioni e Anas per cercare di trovare come è stato fatto per il Ponte Verdura anche la possibilità di creare un by-pass temporaneo per dare sfogo ai mezzi che vogliono collegarsi sull’asse viario Canicattì-Ravanusa, per non dare un colpo di grazia all’economia e al normale svolgimento dei flussi veicolari dei comuni interessati da questa calamità naturale”. Auspico un pronto intervento dell’Anas che possa mettere a disposizione il progetto di rifacimento del ponte  e con la protezione civile possano trovare le risorse necessarie per la realizzazione dell’opera, che diventa-conclude Fontana- di vitale importanza per la dorsale sud-est della Provincia agrigentina”.

Tonino Moscatt

Tonino Moscatt

“Il cedimento strutturale del viadotto Lauricella sulla strada statale 624 Licata – Ravanusa manifesta ancora una volta la  precarietà del sistema viario siciliano ed i pericoli che da questo  possono scaturire”. A parlare é il parlamentare agrigentino del Pd Antonino Moscatt che da Roma ha già presentato un’interrogazione urgente al Ministro delle infrastrutture: “ho chiesto – continua Moscatt – cosa  si intende fare per far fronte ai disagi ed ai pericoli  dell’immediatezza, ma soprattutto come si voglia procedere per aiutare i  Comuni coinvolti danneggiati da questo evento e per migliorare la manutenzione del sistema viario monitorando la situazione di strade e ponti del nostro territorio. Serve comunque un intervento strutturale sul sistema viario siciliano ed in particolare su quello della provincia di Agrigento. Nell’immediatezza ritengo sia utile un tavolo di concertazione tra Anas ed amministrazioni locali per capire come intervenire per diminuire al massimo i disagi della popolazione, da  questo punto di vista do la mia massima disponibilità. Alle amministrazioni locali e alle famiglie coinvolte va tutta la mia – conclude Antonino Moscatt – vicinanza”.

Il viadotto Lauricella crollato (Foto di Andrea Cassisi)

Il viadotto Lauricella crollato (Foto di Andrea Cassisi)

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *