Crisi Racalmuto. “Il braccio di ferro in Consiglio rischia di danneggiare i cittadini”

|




E’ quanto sostengono gli esponenti della Lista Borsellino, che aggiungono: ” La scelta  del sindaco di azzerare è stata una scelta condivisa all’interno della Giunta e concordata”.

L'aula del consiglio comunale di Racalmuto

Sulla crisi apertasi al Comune di Racalmuto ieri con l’azzeramento della giunta da parte del sindaco Emilio Messana, intervengono i consiglieri della Lista Borsellino.

“La Lista Borsellino-si legge nella nota inviata al nostro giornale- ringrazia il Sindaco Emilio Messana per aver accolto l’invito che ripetutamente in questi ultimi nove mesi gli è stato rivolto dal gruppo dei propri Consiglieri Comunali, e cioè quello di aprire tanto alle forze politiche presenti in consiglio quanto a quelle rimaste fuori nelle ultime elezioni. Trincerarsi dietro alle proprie coalizioni politiche non porta da nessuna parte. La leadership condivisa è l’unica chiave di successo , e dopo la sfiducia noi abbiamo inaugurato questo nuovo modello di governo”.

“I traguardi finora raggiunti-sostengono gli esponenti della Lista Borsellino- sono già tanti ma Racalmuto attende altre importanti risposte. Fondamentale in questi mesi la collaborazione e la condivisione delle scelte amministrative tra la Giunta e i due gruppi di riferimento politici del PD e della Lista Borsellino, ma il braccio di ferro in Consiglio Comunale rischia di danneggiare pesantemente i cittadini. La scelta  del sindaco di azzerare è stata una scelta condivisa all’interno della Giunta e concordata”.

“Adesso è il momento di lavorare nella massima trasparenza, rendendo   partecipe l’intera comunità delle scelte che si intendono fare, all’insegna-conclude la nota della Lista Borsellino- della pacifica convivenza politica”.

Altri articoli della stessa

One Response to Crisi Racalmuto. “Il braccio di ferro in Consiglio rischia di danneggiare i cittadini”

  1. Roberto Rispondi

    13 novembre 2017 a 14:17

    Troppi gli errori commessi, a cominciare dalle pillole/supposte per finire con la minoranza che diventa maggioranza. Tutto questo mentre il paese sta morendo. I cittadini: delusi, sfiduciati e scoraggiati, attendono curiosi di vedere cosa uscirà adesso dal cilindro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *