Consorzio Universitario Agrigento. E’ tempesta

|




Maria Immordino: “Sono amareggiata e offesa. Forse qualcuno vuole mettere le mani sul consorzio perchè lo ritiene appetibile”. Intanto il Commissario  Infurnari nomina Michele Giuffrida nuovo componente del Cda e affida ad una nota i motivi di decadenza dei precedenti rappresentanti

Maria ImmordinoCome abbiamo già pubblicato questa mattina, con una nota a firma del commissario della Provincia regionale, Benito Infurnari, è stata comunicata la decadenza da presidente del Cupa alla professoressa Maria Immordino, indicata dall’ente quando era in carica Eugenio D’Orsi. Con la presidente è decaduto quale componente del Cda anche Giovanni Di Maida, in quanto indicato anche lui dalla conclusa amministrazione provinciale. “Dal punto di vista giuridico sono ancora il presidente: è stata l’assemblea dei soci a nominarmi ed è la stessa assemblea che può procedere alla revoca, motivandola – ha dichiarato Maria Immordino, sottolineando di sentirsi “molto amareggiata.

Avevo sentito il commissario appena un’ora prima che arrivasse la nota. Avevamo parlato delle riunioni che ci sarebbero state, anche con i politici. Mi aveva detto: ‘proceda’. Invece la nota era già pronta: un fatto scorretto e offensivo, non solo dal punto di vista umano, ma soprattutto istituzionale. Sono pronta ad adire le vie legali, penali, civili ed amministrative. Quella nota è un atto illegittimo”. La presidente Immordino ha affermato che terrà una conferenza stampa in cui chiarirà la sua posizione e le sue prossime azioni. “In quella sede risponderò a tutte le domande dei giornalisti”. La “rimozione” precede di qualche giorno una serie di attività programmate in un calendario agostano fitto di riunioni di consiglio di amministrazione, di assemblea dei soci, di conferenze di servizi, di convocazioni di esponenti politici nazionali, regionali e locali, al fine di trovare soluzioni utili ad assicurare i fondi necessari alla gestione del Consorzio nel prossimo anno accademico, alla luce di un’analisi di annosi debiti e crediti vantati presso gli enti. In seno al Cda già nelle scorse settimane la presidente aveva annunciato la necessità di dover procedere a tagli di spesa, come quelli dei fondi destinati al personale “comandato” dalla Provincia. “Sto pestando qualche piede, lo so, nel volere operare nell’esclusivo interesse degli studenti agrigentini. Ma qualcuno, forse, vuole mettere le mani sul Consorzio, perché lo ritiene appetibile”. La presidente Immordino, quando le si ricorda di essere stata indicata da D’Orsi afferma: “Non sono legata politicamente a nessuno. Sono piuttosto per la politica con la “P” maiuscola, quella che cura i valori e gli interessi collettivi”. Mentre infuria la tempesta rischiano di pagarne lo scotto gli studenti. Su tremila, 500 potranno anche permettersi di andare a studiare a Palermo o altrove, ma sprofondare in un abisso il Polo significherebbe per altri 2.500 dover abbandonare gli studi, perché le famiglie non potranno permettersi di mantenerli lontano da casa. “Sono venuta ad Agrigento con grandi sacrifici e non voglio fare il becchino del Polo, ma intendo battermi perché l’offerta formativa venga mantenuta” conclude Maria Immordino.

Intanto il Commissario Straordinario della Provincia  Benito Infurnari ha nominato il dr. Michele Giuffrida componente del Consiglio di Amministrazione del Consorzio Universitario  in rappresentanza della Provincia Regionale di Agrigento.
“La decisione,-si legge in una nota diramata dell’uffico stampa della Provincia- fatta con determinazione del Commissario n.20 del 2/08/13, è stata presa a seguito della fine del mandato elettorale del Presidente della Provincia che ha sancito la decadenza dei rappresentanti della Provincia in seno al C.d.A. del Cupa nominati precedentemente, in base a un rapporto fiduciario “intuitu personae”.
La legge, in questi casi,-prosegue la nota- prevede (art. 6 – comma 3 – Legge Regionale n. 30/2000), che le nomine e le designazioni in ragione del loro carattere fiduciario devono ritenersi decadute dalla cessazione del mandato elettorale del Presidente della Provincia.
Il Commissario Infurnari, nelle more della ricostruzione del Consiglio d’amministrazione, per assicurare la funzionalità del Consorzio, ha ritenuto, al momento di nominare un nuovo rappresentante.
Le precedenti nomine-conclude la nota- erano state fatte con determinazione presidenziale n. 34 del 19 marzo 2013.
Il dr. Giuffrida ha già ricoperto la carica di Commissario straordinario del Cupa nel 2009″.

Anna Maria Scicolone

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *