Canicattì, il sindaco su rischio chiusura reparto chirurgia

|




Ettore Di Ventura chiede un incontro ai vertici della Sanità provinciale e regionale.

Il sindaco di Canicattì Ettore Di Ventura

Il sindaco di Canicattì, Ettore Di Ventura, interviene sulla “paventata chiusura” del reparto di chirurgia dell’Ospedale “Barone Lombardo”, dove da qualche tempo si registra carenza di personale medico, e sugli effetti che tale decisione “potrebbe comportare per la salute dei propri cittadini e per tutto il bacino di utenza che gravita sulla struttura del nosocomio”.

“Siamo seriamente impensieriti – scrive in una nota il sindaco di Canicattì-  per una situazione che già da tempo è stata attenzionata ai vertici provinciali dell’ASP e per la quale nei mesi scorsi si erano chieste risposte chiare e certe”.

Ospedale Canicattì

“Ad oggi-continua Di Ventura- le promesse di nuove assunzioni ad integrazione dello scarso organico operante all’interno della struttura, non hanno trovato un seguito riportando, di fatto, ad uno stato di emergenza difficilmente gestibile. Esprimo la mia solidarietà per il personale medico e paramedico che lavora con ritmi insostenibili in tutti i reparti del Barone Lombardo ma è obbligo dare assicurazioni ai cittadini sul mantenimento dell’efficienza dei servizi ospedalieri. A tal proposito – conclude il Sindaco di Canicattì – chiederò ai vertici della Sanità provinciale e regionale un incontro della massima urgenza per fare chiarezza sull’attuale situazione e per spingere a trovare soluzioni immediate e definitive a questa ennesima emergenza”.

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *