Caloria forte e lenzuolini freschi

|




Meteo del uichend. Questo fine settimana, tra Racalmuto e Agrigento tocca la medaglia della zona più calda della Sicilia

Carissimi amici di Racalmuto e dell’Agrigentino, mettetevi il cuore in pace ma questo fine settimana vi attocca la medaglia di zona più cavura della Sicilia. Come infatti dalle parti vostre, magari non proprio a Racalmuto che è in collina, si potrebbero toccare anche i 39 gradi. Ma non vi scantate e non vi lamentate a voce troppo alta, nemmeno per dire: un cavuru come quello di quest’annata mai!! Non è vero. Andai a taliare le medie degli ultimi trent’anni e siamo là.

Disegno di Ignazio Piacenti

Disegno di Ignazio Piacenti

Di cui quando devidete di ricordarvi una cosa, ricordatevela tutta. Il fatto è che ci sono stati giorni degli anni passati che abbiamo avuto oltre 40 gradi e anche spesso. Queste volta il giorno più cavuru sarà sabato ma già domenica, quando il vento gira da Libeccio a Maestrale, ce ne scendiamo da 38 a 32. E parliamo di temperature massime. Quindi non vi agitate troppo, state all’ombra e bevete acqua fresca ma non agghiacciata.

La situazione è questa perché siamo sotto la coperta dell’alta pressione Africana che però è stinnicchiata sopra il lenzuolino dell’anticiclone delle Azzose. E a noi ci abbasterebbe il lenzuolino, è giusto? Ma così è.

A proposito. C’è questa questione del lenzuolino d’estate che non ne parla mai nessuno ma io sono sicuro che se andate a guardare nelle carte dei tribunali civili, sezione divorzi, qualche cosa la troverete.

Ma perché le femmine sono sempre freddose? Difficile ca dormono senza la magliettina pure quando c’è cavuru. E, per giunta, si mentono il lenzuolino d’incapo perché “se non mi sento coperta mi sento indifesa e non pozzo dormere”. Ora non voglio fare il vastasunazzo, ma se il problema è coprire…

Insomma mi pare una sagerazione quella del lenzuolino d’estate. A portata di mano magari sì perché, nelle matinate, posso capire che è graderevole. Ma di notte, quando il cavuru magari è proprio quagghiatu e non ci può manco il ventilatore finisce che magari addumate l’aria confezionata e il sudore si asciuga nei reni.

Niente niente, allora, che hanno raggione loro che si commogghiano con maglietta e lenzuolino? Certo che loro dolori romantici non ne hanno mentre a noi masculi non ci ammanca il romanticismo. Magari pure quello cagnolo, va. Tante belle cose. Audaci.

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *