Buon Anno e 62 mila volte Grazie

|




Ovunque voi siate in questo momento, cari amici di Malgradotutto, vi giunga gradito il nostro grazie per come ci avete seguito, per l’affetto con cui ci avete sempre sostenuto e per la stima che ci avete dimostrato. Dal 10 aprile ad oggi, ultimo giorno dell’anno, sono state ben 62.000 le visite che il nostro giornale ha registrato, con ben 142.000 pagine consultate e una media di 600 visitatori al giorno. Sono dati che vanno ben oltre le nostre previsioni. Numeri che ci sorprendono, pur essendo perfettamente consapevoli di essere assolutamente lontani dai risultati raggiunti da tante altre testate online del nostro territorio, che hanno comunque sulla rete una storia più lunga della nostra, che si attestano a livelli molto più alti e con le quali non possiamo avere alcuna pretesa di competere.

 

Quando lo scorso 10 aprile siamo approdati sul web, dopo 30 anni di pubblicazioni nella versione cartacea, abbiamo subito sottolineato che l’essere in rete per noi non rappresentava un traguardo, ma un punto di partenza. L’inizio di una nuova avventura dove ancora una volta avrebbero svolto un ruolo determinante quell’entusiasmo e quella passione che negli anni ci hanno sempre accompagnato e che ancora oggi restano in assoluto la nostra vera forza.Non ci stancheremo mai di dire che Malgradotutto, prima di essere la storia di un giornale, è la storia di una grande amicizia dove i protagonisti continuano ad essere degli strani soggetti che, nonostante tutto, continuano ancora a credere nel confronto civile, nella tolleranza delle idee, anche se a volte non le condividono, nelle battaglie per il rispetto delle regole, nella forza della parola. Quando, però, la parola non si traduce in strumento di offesa, di insulto, di astio, di banale retorica, ma viene posta al servizio della crescita civile e culturale di una comunità. La nostra speranza è che il nuovo anno, tempestato, già appena nato, da una valanga di incognite e di incertezze, possa portare un po’ di saggezza, ponendo fine, a tutti i livelli, al “sonno della ragione” nel quale da qualche tempo il nostro Paese si trova intrappolato.Sta per scoccare la mezzanotte, il 2012 sta per salutarci. Arriva il nuovo anno. Dalla piccola famiglia di Malgradotutto: Auguri a tutti, ma proprio tutti, nessuno escluso.

Egidio Terrana

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *