Attenti al pancreas, quando si ribella non perdona

|




Il fumo è uno dei principali fattori di rischio del tumore del pancreas, insieme al consumo di alcol e di caffè. Consigli utili per la prevenzione.

Il pancreas, organo che si trova nella profondità della parete addominale tra lo stomaco e la colonna vertebrale, è suddiviso in tre parti: testa, corpo e coda. Questa premessa anatomica è importante per differenziare le sedi di insorgenza del cancro, differenza legata strettamente alla prognosi spesso infausta e in breve tempo se colpisce alcune sedi di quest’organo, piuttosto che altre. La funzione principale del pancreas è quella di produrre l’insulina per la  regolazione del livello degli zuccheri nel circolo ematico e la produzione  di enzimi che aiutano l’intestino nei processi digestivi.

Purtroppo anche il pancreas si ammala. Il tumore del pancreas più frequente si sviluppa nella testa dell’organo. Come per tutti i tumori, alla base del processo morboso, vi è una produzione incontrollata di cellule che da questo organo si diffondono velocemente ai linfonodi vicini, ai polmoni al fegato e in tutto l’addome.

I sintomi precoci non sono la regola, anzi la degenerazione neoplastica dell’organo nelle sue fasi iniziali, non da segno di sé. La diagnosi, dunque, viene fatta in ritardo quando oramai non è facile salvare la vita al paziente, ed è anche per questo motivo che  il tumore del pancreas, è una delle neoplasie più aggressive e  difficili da curare. La sintomatologia è davvero infida. Il paziente noterà perdita del proprio peso corporeo, mancanza di appetito, colorazione giallognola delle sclere degli occhi, della pelle e delle mucose, il cosiddetto ittero, dolore alla schiena, all’addome, apatia, stanchezza. Alcuni, fra i pazienti, svilupperà  il diabete a causa della distruzione dell’organo cioè delle cellule produttrici di insulina.

Ma chi sono i soggetti a rischio del tumore del pancreas? L’età dei soggetti colpiti è fra i 60 e gli 80 anni e, come avviene per altre neoplasie, i fumatori sono molto più a rischio dei non fumatori. Anche il diabete non insulino-dipendente è da annoverare fra i fattori scatenanti la malattia.

L’abuso di alcol e caffè rappresenta un serio fattore di rischio così come l’obesità, la dieta ricca di grassi ed alcune malattie genetiche. Il tumore del pancreas non fa differenza fra i due sessi ed ogni anno colpisce più di 10.000 persone. Negli anni passati gli uomini venivano colpiti dal tumore al pancreas perché la percentuale di fumatori fra essi era superiore rispetto quella delle donne. Ma ormai non è più così e possiamo dire con grande amarezza e sconfitta per la prevenzione, che nel terzo millennio, le donne giovani fumano tanto quanto un uomo e sono così numerose dedite al tabagismo, da aver raggiunto l’eguaglianza frai due sessi pure in questo senso.

E’ facile da capire quali possano essere le misure di prevenzione per evitare l’insorgenza del cancro in quest’organo, che, a ragione della sua posizione dentro la parete addominale, diffonde le cellule malate in men che non si dica. Dieta povera di grassi, meno alcol e caffè ma soprattutto evitare il fumo di sigaretta che in questo caso nei fumatori si accompagna al caffè. Mangiare tanta frutta e tanta verdura e a tutti coloro che hanno familiari con patologie del pancreas è consigliabile effettuare controlli annuali, ancor più se i parenti più vicini, hanno avuto il tumore al pancreas o problemi al fegato e all’intestino.

Foto da Internet

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *