“Arcane melodie”. Al Circolo Unione la prima mostra di Simone Stuto

|




CONVERSAZIONI SU ARTE E CULTURA Sabato alle 19 l’inaugurazione della mostra personale del giovane artista racalmutese

Simone Stuto

Simone Stuto

Si inaugura sabato 20 settembre alle ore 19 al Circolo Unione di Racalmuto la prima mostra personale del giovane artista racalmutese Simone Stuto. “Arcane Melodie” è il titolo della raccolta di incisioni, litografie e chine che ripercorrono e raccontano un percorso grafico – incisorio relativo al periodo che va dal 2013 al 2014.
Stuto, 22 anni, da poco laureato all’Accademia delle Belle Arti di Palermo con una tesi sulle Tecniche calcografiche e dedicata alle Figure e alle vedute interiori, espone per la prima volta in una sua personale. “Iniziare il mio percorso artistico con una mostra al Circolo Unione – ci dice Simone Stuto – metaforicamente significa partire da un luogo carico di storia. Il Circolo è sempre stato luogo di confronto e dibattito. In queste conversazioni voglio inserire le mie opere e renderle condivisibili non solo con i soci ma con tutti coloro che vorranno visitare la mostra”.

Arcane melodie

La locandina della mostra

L’iniziativa è patrocinata dal Consorzio della Provincia Regionale di Agrigento che per l’occasione ha stampato il catalogo della mostra che sarà distribuito in occasione dell’inaugurazione dove interverranno, oltre a Stuto, il presidente del Circolo Francesco Marchese, il Commissario della Provincia Benito Infurnari, il sindaco di Racalmuto Emilio Messana e l’assessore alla Cultura Salvatore Picone e Luciano Carrubba, autore del testo critico del catalogo.

“Abbiamo cercato la collaborazione della Provincia – dice il sindaco Messana – per realizzare il catalogo della mostra che apre il percorso artistico di Simone Stuto. Pensiamo che incentivare i giovani è sintomo di crescita per tutta la comunità”. “Non c’è modo migliore per ricordare il venticinquesimo della scomparsa di Sciascia con una mostra di incisioni di un giovane di Racalmuto – aggiunge l’assessore Salvatore Picone – Fu lo stesso Sciascia, nel 1986, presentando una mostra di incisioni, ad augurare al paese la presenza di giovani che potessero esprimere con l’arte dei segni il sentimento dell’anima”.

La mostra sarà visitabile tutti i giorni fino al 20 novembre, giorno in cui sarà ricordato lo scrittore che fu socio del Circolo e che ne ha raccontato fatti e aneddoti in molte pagine dei suoi libri.

 

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *