Aragona, un intero paese piange i piccoli Carmelo e Laura Mulone

|




L’esplosione alle Maccalube. Come un giorno spensierato si può trasformare in una tragedia.

La piccola Laura Mulone (foto Grandangolo)

La piccola Laura Mulone (foto Grandangolo)

Doveva essere un giorno spensierato e invece si è trasformato in una tragedia il giorno di vacanza di due bambini, Carmelo e Laura Mulone di 10 e 7 anni, che oggi hanno perso la vita travolti da una vera e propria “onda” di fango e argilla esplosa dall’eruzione delle Maccalube.

Una giornata che ha raccolto tutta la comunità aragonese nel luogo della tragedia avvenuta intorno alle 11:30 del mattino, quando il padre dei due bimbi, Rosario Mulone, ha accompagnato i due figli nel parco delle Maccalube per trascorrere una lieta giornata.

Quel luogo però si è trasformato in una trappola che ha distrutto una famiglia, solo il padre è riuscito a salvarsi dall’esplosione, rimanendo sepolto sino alla vita.

Aragona-esplode-vulcanello-alle-Maccalube-52e7415c63dcbc369d591d239396011e_0A dare l’allarme due turisti tedeschi che hanno descritto quanto accaduto come un muro di argilla alto venti metri, balzato in aria per poi ricadere a terra e travolgere i due piccoli.

Arrivati i soccorsi e le ruspe di privati del paese, sono subito iniziate le ricerche che però hanno portato solo notizie tragiche. All’una veniva estratto il corpo esanime della bimba, e solo in serata veniva portato alla luce il corpo del piccolo Carmelo, sepolto a 5 metri di profondità.

Una tragedia, mentre infuriano le polemiche, per cui la magistratura accerterà tutte le responsabilità, una tragedia per cui piange un intero paese.

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *