Aragona marcia in silenzio nel ricordo di Carmelo e Laura

|




A partecipare al lungo corteo per ricordare i piccoli scomparsi nella riserva delle Macalube, oltre ai tanti bambini, anche i parenti delle vittime, alcuni componenti della giunta comunale e gli assessori. I genitori: “ Che questa manifestazione graditissima sia anche di incoraggiamento alla ricerca della verità nella giustizia”.

Una immagine del corteo

Una immagine del corteo

Centinaia di bambini con i propri genitori hanno partecipato alla marcia silenziosa dedicata al ricordo di Carmelo e Laura Mulone, i due bambini che hanno perso la vita il tragico giorno del 27 settembre durante una passeggiata nella riserva naturale delle Macalube, una passeggiata che però si è trasformata in una tragedia. Tanti piccoli, tra cui i compagni dei due bambini scomparsi, hanno attraversato le vie del centro di Aragona con in mano dei palloncini rosa, bianchi e azzurri, liberati in cielo alla fine della marcia nella piazza antistante la Chiesa Madre dove è stata celebrata una messa in ricordo dei fratelli Mulone a quasi un mese dalla loro scomparsa. All’arrivo del corteo le parole del sindaco Salvatore Parello, circondato dai bambini: “oggi siamo stretti nel ricordo di Carmelo e Laura Mulone, liberiamo questi palloncini affinché li possano raggiungere in cielo, dove ora si trovano i due piccoli”.

A partecipare al lungo corteo, oltre i bambini, anche i parenti delle vittime, alcuni componenti della giunta comunale e gli assessori. Assenti i genitori di Carmelo e Laura che hanno però affidato al sindaco Parello una lettera che recita: “desideriamo ringraziare di vero cuore la cittadinanza di Aragona e le istituzioni per l’espressione di cordoglio e solidarietà dimostrati in occasione della marcia organizzata in ricordo dei nostri amati figli. Anche se non siamo presenti fisicamente, lo siamo spiritualmente.” Al termine della lettera si ricorda ancora che la vicenda della scomparsa dei figli di Rosario, rimasti uccisi dal ribaltamento dei vulcanelli, attende giustizia: “ Che questa manifestazione graditissima – scrivono i genitori – sia anche di incoraggiamento alla ricerca della verità nella giustizia”.
fonte Live Sicilia. it

 

 

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *