Aragona celebra il 69° anniversario della Liberazione

|




Presenti autorità civili e militari e i rappresentanti delle associazioni

Aragona 25 aprile bisSono state organizzate ad Aragona le celebrazioni per il 69° anniversario della Liberazione dal nazifascismo. Una  ricorrenza che ha visto la partecipazione dei rappresentanti delle Associazioni culturali e sportive e delle autorità civili e militari  della Città  radunati in Piazza Umberto I per riaffermare i valori di pace,  giustizia,  democrazia e libertà che esprime la festa del 25 Aprile.

La manifestazione è iniziata con l’intonazione del canto dei Partigiani “O bella ciao”. Per l’occasione lo ha suonato la giovanissima  Flavia Farruggia,  riuscendo ad esprimere con la sua voce tutto il dolore, la rabbia, il  desiderio di riscatto e tutta la forza  di un Popolo che con grande sacrificio è riuscito a liberarsi dalla tirannide nazifasciasta e riconquistare la pace e la libertà, valori fondanti della Festa del 25 aprile nel  contesto della storia delle Istituzioni democratiche del Paese. Un messaggio che il Comune ha voluto attualizzare  invitando giovani e meno giovani alla solenne cerimonia.

L'intervento del sindaco

L’intervento del sindaco

Infine, la lettura di brani sulla guerra tratti dal romanzo  del prof. Cipolla “Quel tragico 1943”, ha regalato momenti di profonda commozione  a tutti i partecipanti. Sono estremamente soddisfatto della riuscita dell’iniziativa – ha detto Il
sindaco di Aragona Salvatore Parello – attualizzare il messaggio della Festa e vedere tutti questi giovani onorare i nostri caduti ed il Tricolore  è stata per me una grande gioia. Questa  Amministrazione pone altissima  attenzione e grande fiducia al mondo giovanile attraverso il coinvolgimento diretto con iniziative culturali e sociali di altissimo spessore.  Questa mattina abbiamo voluto sottolineare che la libertà è un esercizio quotidiano, e per conquistarla c’è voluto il sacrificio di molte vite umane. Difenderla è il nostro dovere di cittadini e le realtà associative della Città  hanno risposto con grande slancio al nostro invito”.

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *