Racalmuto. Appello di Faraone della segreteria Renzi: “Fermate i lavori all’asilo nido”

|




Davide Faraone, deputato Pd, membro della segreteria di Matteo Renzi, lancia un appello ai commissari: “Sui lavori di trasformazione dell’asilo nido vi chiedo di rimandare e di lasciare la scelta alla prossima amministrazione comunale”

Davide FaraoneIl deputato regionale del Pd Davide Faraone, proconsole di Matteo Renzi in Sicilia e componente della nuova segreteria del Partito democratico, interviene sui lavori di trasformazione dell’asilo nido di via Generale Macaluso, attualmente chiuso per eccessi di costi del servizio, in biblioteca comunale. “Da una nota inviatami dagli amici del Pd di Racalmuto – spiega Faraone – vengo a conoscenza di una incresciosa vicenda che si sta consumando nel paese che fu di Leonardo Sciascia. Ovvero la decisione della Commissione Straordinaria, che amministra il paese dopo lo scioglimento per infiltrazione mafiosa, di sopprimere il servizio di asilo nido comunale e, nello stesso tempo, di adibire a biblioteca l’immobile che da decenni ospita l’asilo”.

Per il deputato democratico la decisione “che può avere giustificazioni temporanee di natura contabile, tenendo conto delle precarie condizioni del bilancio, ma in nessun modo condivisa dalla popolazione di Racalmuto. Risulta, invece, inspiegabile e decisamente contraria alle indicazioni del governo nazionale e regionale, la scelta di privare il paese dell’immobile che da decenni ospita l’asilo nido, trasformandolo in biblioteca, pregiudicando di fatto ogni possibilità futura alla comunità di riproporre quel servizio, sia esso a gestione comunale quanto piuttosto che affidata a cooperative sociali convenzionate”.

Faraone dice che il segretario del Pd di Racalmuto, Vincenzo Maniglia, “segnala, inoltre, l’inosservanza di procedure autorizzative e prescrizioni di natura urbanistica che potrebbero creare nocumento erariale all’Ente”.
E aggiunge: “Vengo informato, pure, da Giuseppe Guagliano, presidente del Comitato Art. 1, componente del direttivo del Partito democratico, di un finanziamento di circa 60 mila euro concesso dal ministero dell’Interno volto a potenziare e migliorare i servizi dell’ asilo nido e che la Commissione vorrebbe spendere in un altro edificio del tutto inadatto vanificandone l’utilità”.

Secondo Faraone, “alla luce di questi fatti, ritenendo più che legittima la richiesta del Partito democratico locale, portavoce di un diffuso sentimento popolare, mi permetto di chiedere alla Commissione Straordinaria, con tutto il rispetto possibile, di assecondare il volere della cittadinanza rimandando ogni decisione in merito di qualche mese così da consentire alla nuova amministrazione, eletta dai cittadini, di prendere le giuste e concordate decisioni”. Su questo tema Faraone sta preparando anche un’interpellanza parlamentare.

 

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *