Alla scoperta di una Sicilia che ha iniziative e fiuto. Andrea Bartoli a Racalmuto

|




Domenica 11 novembre il Safari urbano nell’isola-paese di Sciascia. Dalla Fondazione Sciascia al teatro, dai circoli al Castelluccio. Con tanti protagonisti che racconteranno il paese.

Andrea Bartoli

Il notaio Andrea Bartoli arriva a Racalmuto con i suoi “Safari urbani”. Lo fa, dopo aver girato angoli straordinari della Sicilia, con “Movimenta”, una nuova realtà politica che si affaccia al panorama regionale e nazionale. E dopo il primo viaggio politico collettivo e creativo, “con cui ripensare il futuro della Sicilia”, ecco che si arriva alle grandi e piccole realtà che hanno storie da raccontare, attraverso i Safari urbani, alla scoperta di luoghi e persone – aveva detto Alessandro Fusacchia, segretario di “Movimenta” – “per tessere un filo che racconti la Sicilia che possiamo diventare”.

Noi siamo i nostri luoghi” è il titolo che è stato dato al tour dedicato in gran parte all’isola-paese di Leonardo Sciascia. L’appuntamento è per domenica 11 novembre a partire dalle 9:30.

“L’esplorazione di Movimenta la Sicilia nella provincia di Agrigento non poteva che partire da Racalmuto – ci ha detto Bartoli, reduce assieme dalle riflessioni ad Alta quota nei dintorni dell’Etna – un luogo ricco di bellezza e cultura dove abbiamo trovato una comunità vivace, tanti ragazzi e tanti professionisti che hanno dato e continueranno a dare il proprio contributo per far crescere la propria città”.

È un viaggio nei luoghi della storia e dell’anima di Racalmuto attraverso il racconto di alcuni protagonisti della vita culturale del paese, aperto non solo agli organizzatori, ma a coloro che in questi mesi hanno condiviso con Bartoli le esplorazioni in luoghi simbolo del riscatto della Sicilia.

Il programma prevede un vero e proprio “viaggio sentimentale che parte dalla pinacoteca della Fondazione Sciascia, passa dall’aula scolastica degli anni ’50 della “Generale Macaluso”, dal teatro “Regina Margherita”, dai circoli.

 

Racalmuto, panorama (foto Carmelo Sferrazza)

“È un modo per confermare a noi stessi il valore dei luoghi dove viviamo – dice Salvatore Picone, che ha accolto l’invito di Andrea Bartoli ad organizzare il Safari a Racalmuto – ed inoltre presentare il nostro paese a coloro che hanno dietro storie di grande visione, come Andrea e Florinda Bartoli che hanno fatto di un quartiere di Favara uno dei luoghi simbolo del riscatto di una città con la Farm Cultural Park”. “Ma il messaggio di questa giornata va oltre la passeggiata turistica – aggiunge Picone, ex assessore alla Cultura di Racalmuto – vogliamo inserire Racalmuto nel dibattito portato avanti da Movimenta che sta esplorando una Sicilia che si è scrollata di dosso il torpore dei gattopardi, che produce, inventa, ha iniziative e fiuto, si afferma e cerca nuovi modelli di sviluppo”.

Nel tour gli ospiti di “Movimenta” saranno accompagnati da ragazze e ragazzi, imprenditori e professionisti del luogo. Tra le tappe anche il Castelluccio, il Mu.Ra Castello Chiaramontano, la Matrice, la statua di Sciascia, la fontana Novi cannola, il Circolo Unione, il Circolo Zolfatari e Salinari, la campagna di contrada Noce.

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *