Alessandro di San Cataldo, star di Masterchef junior. Tutte le curiosità

|




Michele Bruccheri ci svela chi è, cosa fa e da dove viene Alessandro Scarantino, soprannominato “il filosofo”. A dodici anni è uno dei cuochi in gara nel programma di Sky. E’ già famoso per la sua abilità e per le sue caratteristiche frasi in dialetto.

Alessandro Scarantino

Alessandro Scarantino

Vivace e simpaticone, Alessandro Scarantino, dodicenne di San Cataldo, sta conquistando davvero tutti. Partecipa con successo, infatti, alla prima edizione di Junior Masterchef Italia, le versione per bimbi del famoso talent show culinario, in onda su Sky Uno HD. Figlio di Giuseppe Scarantino, dottore commercialista assai conosciuto e stimato (candidatosi due anni fa alla carica di sindaco del popoloso centro del Nisseno con una lista civica), il “filosofo” – come viene piacevolmente definito e chiamato – emana una simpatia raggiante da tutti i pori anche per le sue caratteristiche espressioni dialettali che spesso pronuncia. Nell’ultima puntata si è lasciato andare, definendo con un sorriso una giovane concorrente: “Testa di sceccu!”

Alessandro Scarantino – la mamma è di origine canadese, origine alla quale lui tiene moltissimo – è il più grande dei figli. Lui è nato il 26 giugno 2001. Poi c’è una sorella di 10 anni e infine una coppia di gemelli di sette anni. Ama cucinare quotidianamente e da solo. Un allenamento per migliorarsi e per affinare meglio le sue doti. Una grande e verace passione. E il sogno che accarezza tenacemente è quello di aprire, un giorno, all’estero, un ristorante.

Alessandro Scarantino

Alessandro Scarantino

Il brioso giovanotto mostra un carattere assai deciso ed ha le idee abbastanza chiare. Frequenta la seconda media della scuola “Giosuè Carducci” di San Cataldo con profitto. Ha scelto l’indirizzo musicale e suona la chitarra. A settembre, partecipando ovviamente alle registrazioni delle trasmissioni televisive, si è assentato un po’. Assente giustificato, dunque!

Il piccolo e talentuoso cuoco che è entrato tra i 14 papabili alla vittoria finale, dopo una rigida e rigorosa selezione a livello nazionale, dimostra chiaramente la sua straordinaria bravura ai fornelli ed emana naturalmente una radiosa solarità. Gioca a calcio e frequenta il catechismo presso la parrocchia “San Alberto Magno”.

Nonostante la sua giovane età, Alessandro è alquanto impegnato ed iperattivo. Un ragazzino in gamba, intraprendente, volitivo. Sarà la giuria, composta da Lidia Bastianich, Alessandro Borghese e Bruno Barbieri, a stabilire il suo cammino nel programma televisivo. Al di là del risultato conclusivo, Alessandro Scarantino ha già conquistato tutti con la sua innegabile bravura e la sua giuliva simpatia.

Michele Bruccheri

Direttore de “La Voce del Nisseno”

 

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *