Akragas, Alessi: “Costretti a sostituirci al Comune”

|




Sono partiti i lavori per la messa in sicurezza dello stadio “Esseneto”, le spese sono tutte a carico della società. Il presidente: “In assenza del Comune, che per indisponibilità economica non riesce ad intervenire, ci ritroviamo costretti a sostituirci all’ente”.

Il presidente dell'Akragas Silvio Alessi

Il presidente dell’Akragas Silvio Alessi

Nella  nota diffusa oggi alla stampa dall’Akragas, che annuncia l’inizio dei lavori per la messa in sicurezza dello stadio “Esseneto” di Agrigento, la società puntualizza che tutte le spese sono a suo carico.

“I lavori-si legge nella nota-finalizzati ad ottenere l’agibilità da parte della Commissione pubblici spettacoli, che l’aveva rilasciata fino al 12 novembre, in attesa che venissero realizzate le opere definitive per la messa in sicurezza, dureranno alcune settimane, verranno eseguiti a spese della società Akragas, così come quelli già realizzati riguardanti il manto erboso e, parte, gli impianti elettrici dello stadio, per un totale di spesa che supera i 50mila euro”.

“A breve – annuncia il presidente Silvio Alessi – interverremo anche per sistemare la tribuna coperta, dove in occasione di forti piogge si sono registrate infiltrazioni d’acqua non indifferenti. Purtroppo – continua il massimo dirigente biancazzurro – in assenza del Comune, che per indisponibilità economica non riesce ad intervenire, ci ritroviamo costretti a sostituirci all’ente.

Una circostanza per noi sicuramente impegnativa-continua Alessi- sotto il profilo finanziario, ma che allo stesso tempo ci spinge sempre più verso il compimento della nostra missione: quella di regalare a questa città la LegaPro. Per questo motivo non vogliamo avere alibi, mettendoci sempre al lavoro per qualsiasi problema, senza perdere un solo istante, con la viva speranza,-conclude Alessi- che la prossima Amministrazione Comunale sia più attenta alle problematiche del mondo dello sport e reperisca i fondi necessari da destinare alle strutture e alle società sportive presenti in città”.

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *