Agrigento, tutti pazzi per MandorlaFest

|




Grande successo per l’evento che ha richiamato migliaia di visitatori. Oltre 50 i pasticceri provenienti da tutta la Sicilia. Le originali opere d’arte realizzate dagli intagliatori di frutta e verdura e dagli scultori di zucchero. L’imponente cattedrale di mandorla

La cattedrale di mandoraSuccesso di pubblico e d’immagine per l’anteprima del MandorlaFest, che si è svolta sabato 22 e domenica 23 ad Agrigento, nel chiostro del Seminario, in coincidenza con le celebrazioni in onore del patrono San Gerlando. MandorlaFest si prepara adesso al nuovo grande appuntamento estivo, che si protrarrà per alcuni week end. Ma ogni dettaglio sarà reso noto dall’amministratore del Distretto Turistico Valle dei Templi, Gaetano Pendolino, che con tutto il suo staff è già all’opera per l’organizzazione del prossimo evento.
Ecco alcune cifre che determinano il successo dell’anteprima : oltre 2.000 visitatori tra sabato pomeriggio e domenica mattina, di cui ameno il 20 per cento di turisti, sia italiani che stranieri, in un luogo, che generalmente rimane fuori dai consueti itinerari turistici.

Hanno, inoltre, partecipato oltre 50 pasticcieri provenienti da tutta la Sicilia, di cui 35 pastry chef professionisti di alto livello e 15 allievi pasticcieri, provenienti da 7 province su 9 siciliane, assenti soltanto le rappresentanze di Siracusa e Ragusa; 20 le opere in gara, che è stato possibile ammirare, tra quelle realizzate dai professionisti e le altre create per l’occasione dagli “appassionati” della pasticceria; 15 sono state le opere fuori concorso esposte al pubblico, tra cui l’imponente cattedrale di mandorla. Quest’ultima è stata trasferita al Museo Diocesano (Mudia) per essere contemplata in ogni suo dettaglio dai visitatori e vi rimarrà almeno fino al termine delle celebrazioni, a discrezione dell’Arcidiocesi, a cui è stata donata dagli allievi del Centro Studi Creapolis.

Straordinario il richiamo esercitato domenica dagli intagliatori di frutta e verdura che hanno realizzato autentiche opere d’arte, così come gli scultori dello zucchero, grazie ad Arte Cucina Enna e la CONPAIT. Hanno parlato dell’evento del MandorlaFest oltre 65 testate nazionali, regionali e provinciali, per un totale di oltre 200 lanci diversi ed ancora la notizia della vittoria di Anna Virgilio di Trapani, e di tutti gli altri premiati sta rimbalzando nelle cronache provinciali dei maggiori quotidiani regionali e nei siti web delle rispettive province.

Anna VirgilioL’evento è stato riportato lungamente dal Corriere della sera, in una pagina dedicata a Tempo libero e gastronomia italiana, in lingua inglese dal portale europeo Tasting europe, dedicato agli eventi enogastronomici di tutta Europa, e sul sito nazionale “Itinerarinelgusto”. Decine di siti specializzati nel settore della gastronomia e dei percorsi turistici hanno ripreso l’appuntamento del MandorlaFest. Inoltre la web tv weddingandcaketv ha ripreso tutto l’evento e lo proporrà ai suoi 600 mila utenti sparsi nel mondo. Ma l’eco del MandorlaFest non si esaurisce qui perché sabato prossimo sarà presente su Rai Radio Uno nel corso della trasmissione “La Terra” condotta da Sandro Capitani per intervenire sul tema della mandorla e le sue infinite applicazioni, in cucina e non solo. Infine, MandorlaFest ha ricevuto plausi da ogni parte del mondo grazie alla rete dei social, e in particolare a quella internazionale attivata dai singoli campioni pasticcieri, che hanno visto condividere l’evento dai più grandi pastry chef del mondo. In poco meno di 10 giorni sono stati prodotti ed inseriti, sulla pagina facebook MandorlaFEST, circa 120 post sull’evento per un totale di circa 89.000 visualizzazioni.


Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *