Agrigento, Summer Festival ed Eventi formativi per un turismo più produttivo

|




Il Distretto Valle dei Templi lancia la Rete delle Associazioni. Tutte le iniziative in programma dal 21 giugno al 31 ottobre.

Gaetano Pendolino

Gaetano Pendolino

Prende corpo in queste ore la Rete delle Associazioni del Distretto Turistico Regionale Valle dei Templi. La proposta, volta a dar voce e organicità alle diverse iniziative del territorio, per sostenere l’offerta culturale e di intrattenimento e favorire un turismo stanziale, dà l’opportunità a chi aderisce di poter accedere a momenti formativi e progettuali e di entrare a far parte del Cartellone Unico degli eventi.

 La Rete mira a raggiungere  più soggetti o comunità con maggiori risultati di successo e di produttività, sfruttando i canali di Comunicazione del Distretto: social media, sito web, media relations, blog, gruppi di discussione.

 L’iniziativa del Distretto turistico propone all’associazione e al territorio in cui opera di raggiungere una platea di fruitori e di visitatori più ampia. Inoltre, grazie alla Rete si offre la possibilità di rafforzare l’idea o l’immagine che questo territorio non sia soltanto ricco di storia, di cultura, di iniziative, di tradizioni, ma che dia anche le opportunità di approfondimento, di svago, di intrattenimento, di curiosità e di esperienza, tali da indurre i viaggiatori a conoscere il territorio in modo più completo e più esaustivo. Tale obiettivo, a sua volta, si tramuta in successo per l’evento, per chi lo realizza e per chi lo organizza e contribuisce a trasmettere e accrescere in ciascuna associazione la consapevolezza del proprio valore.

E’ possibile manifestare la propria adesione entro e non oltre mercoledì 21 maggio.

 La data di scadenza è motivata dal fatto che già sabato 24 maggio si avvieranno alcuni momenti formativi con relatori di altissimo valore professionale. L’adesione va formalizzata, anche via email, inviando nota a press.distrettoturisticovdt@gmail.com .

 Il primo appuntamento è con “Marketing Territoriale e brand reputation della destinazione” con il professor Benedetto Puglisi, Docente di Marketing Turistico e Destination Management e Marketing presso l’Università di Catania , il quale analizzerà, tra l’altro, la reputazione online delle strutture e delle destinazioni per il miglioramento del loro posizionamento sul mercato turistico.

alt

Valle dei Templi

 La formazione riprenderà il 31 maggio sul tema “Social Media Marketing e promozione del territorio” con Costanza Giovannini, responsabile Area Comunicazione di Fondazione Sistema Toscana e Serena Puosi, blogger Social Media Team della stessa Fondazione toscana. Entrambe, che con i colleghi gestiscono la pagina facebook “Tuscany”, ai vertici della classifica delle pagine istituzionali regionali con 253 mila like, spiegheranno come sostenere e valorizzare mediaticamente tutte le iniziative che ogni associazione con tanti sacrifici realizza.

L’ultimo appuntamento della serie sarà con il Fundraing, il 7 giugno, per imparare a far crescere, coltivare, sviluppare i fondi necessari a sostenere un’azione senza finalità di lucro.

Ai momenti formativi sono invitati a partecipare tutti i soci del Distretto, quindi anche rappresentanti dei 20 Comuni dell’area distrettuale e i soci privati.

 “E’ una scommessa, per il nostro territorio – commenta l’amministratore del Distretto turistico Valle dei templi, Gaetano Pendolino – , al quale stanno aderendo in tanti che hanno risposto al nostro invito per avviare insieme un nuovo percorso che faccia emergere le eccellenze di questa terra”.  La formazione è soltanto un primo passo di un’attività più intensa che il Distretto intende avviare proprio con le associazioni culturali dell’area distrettuale: “Con la rete delle Associazioni e con i Comuni – puntualizza Pendolino – contribuiremo all’attivazione del Valle dei Templi Summer Festival, che si svolgerà dal 21 giugno al 31 ottobre. Qualcosa di più di un Cartellone unico per evitare sovrapposizioni tematiche e temporali: un utile strumento di conoscenza delle iniziative delle comunità dell’area distrettuale, che potrà anche consentire di esportare o emulare nel territorio le iniziative di maggiore successo”.

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *