Agrigento e provincia, “rischio collasso totale dell’edilizia”

|




Decorre da oggi la sentenza della Corte Costituzionale che prevede una nuova procedura per costruire nelle zone a rischio sismico. Il Direttore del Genio Civile Duilio Alongi: “Auspicabile una nuova direttiva del direttore generale del drt per evitare il collasso totale dell’edilizia”.

Duilio Alongi, direttore Genio Civile Agrigento

Da oggi, 10 novembre, si dovrà seguire una nuova procedura per potere costruire nelle zone di sismicità. E’ quanto comunica il Direttore del Genio Civile di Agrigento Duilio Alongi che spiega: “A seguito della recentissima sentenza della Corte Costituzionale si sospende la procedura dall’articolo 32 della legge regionale del luglio 2003 che prevedeva il deposito dei calcoli presso l’Ufficio Genio Civile. Si dovrà seguire necessariamente e pedissequamente la procedura dettata dagli articoli 93 e 94 del dpr 380 del 2001. Di conseguenza non si può iniziare a costruire nelle zone di alta sismicità senza la preventiva autorizzazione dell’ufficio del Genio Civile”.

“Per le zone a bassa sismicità-spiega ancora l’ing. Alongi-occorre tramettere il progetto allo Sportello Unico per l’Edilizia, il quale provvederà a trasmettere copia del progetto all’ufficio del Genio Civile.

“Ma-aggiunge Alongiil 98% dei comuni della provincia di Agrigento non hanno ancora lo Sportello Unico per l’Edilizia, è auspicabile, quindi, una nuova direttiva del direttore generale del DRT per evitare il collasso totale dell’edilizia”.

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *