Agrigento, primo provvedimento della “Legge Salva Suicidi”

|




Il Tribunale omologa il primo “Piano del consumatore”. L’Ordine dei Dottori Commercialisti: “Un importante risultato che sottolinea l’impegno del Tribunale di Agrigento, quale  attento osservatore delle dinamiche sociali in atto”.

“Il Tribunale di Agrigento nella persona del Giudice Delegato Dottoressa Silvia Capitano, ha omologato in data 06.11.2018 il primo “Piano del consumatore”, procedura della Legge 3/2012, meglio conosciuta come Legge Salva suicidi. Con l’omologa il Giudice ha accolto la proposta dall’Avv. Marcello Sutera Sardo che, grazie all’apporto della Dottoressa Stella Vella, ha presentato un piano di rientro e stralcio dei debiti del suo assistito”.

Nel darne notizia l’Ordine dei Dottori Commercialisti di Agrigento così commenta: “E’ stato il primo ed importante provvedimento del genere che il Tribunale di Agrigento, per venire incontro a chi, sommerso dai debiti, non riesce incolpevolmente ad onorare gli impegni assunti. Di notevole importanza l’apporto del Dottore Commercialista Dott.ssa Stella Vella, la quale, nominata dal Tribunale, ha svolto le funzioni di OCC, acronimo di Organismo della composizione della crisi, ovvero colei la quale ha collaborato alla predisposizione del “piano del consumatore” che prevede la ristrutturazione e stralcio del debito, verificando e attestando la fattibilità del piano proposto, senza la necessità dell’assenso dei creditori…

Il decreto di omologa rappresenta un importante risultato che sottolinea l’impegno del Tribunale di Agrigento, quale  attento osservatore delle dinamiche sociali in atto, di cui il Sovraindebitamento rappresenta, sicuramente, un aspetto da vigilare,  considerando  che la legge 3/2012 permetterebbe di evitare il proliferare di procedimenti giudiziari, con aumento di carichi di lavoro dell’amministrazione della giustizia…L’omologa e’, altresì, un messaggio di legalità per coloro che si trovano schiacciati dai debiti,  un monito per non ricorrere agli usurai al fine  di ripianare i debiti ed evitare gesti insani ma ricercare soluzioni offerte dalla Legge accompagnati da professionisti preparati e qualificati…Afferma al contempo, in modo autorevole, la competenza del Dottore Commercialista che, grazie alla pratica professionale e la formazione specifica fornita con corsi organizzati dal nostro Ordine, assume un posto preminente nella soluzione della crisi finanziaria del debitore”.

 

 

 

.

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *