Agrigento. Non solo costa cara, ma è anche difficile liberarsene

|




L’associazione “Punto e a Capo” denuncia le difficoltà che incontrano molti anziani del centro storico costretti a lunghi tragitti per conferire la spazzatura nei cassonetti.

anziani

“Ad Agrigento-scrive in una nota l’associazione Punto e a Capo”– conferire la spazzatura costa caro ed è anche un problema logistico per molte famiglie quando il cassonetto più vicino si trova a distanze ragguardevoli”.

Molti anziani del centro storico sono costretti a trascinarsi i sacchetti col pattume per ripide scalinate e strade dissestate prima di arrivare al cassonetto.

“Ad esempio l’anziano signore della foto allegata deve percorrere l’intera Via San Girolamo per poter conferire nel cassonetto che si trova in via Matteotti. Regge con una mano il sacchetto di spazzatura mentre con l’altra si appoggia al bastone, fermandosi spesso per riposare.

Non molto tempo fa, lungo la via, all’angolo della chiesa di San Michele (chiusa perchè inagibile)si legge nella nota– vi era un cassonetto dei rifiuti che è stato rimosso perchè pare disturbasse per via della puzza. E’ questa la soluzione al problema? La stessa cosa accade nel quartiere San Gerlando in via Duomo dove tanti anziani sono costretti a lunghissimi tragitti per liberarsi dell’immondizia.

Questo come tanti altri è l’esempio di come viene gestito il territorio. Siamo davvero sicuri che eliminare i cassonetti sia l’unica soluzione del problema? Magari trovare un modo per tenere chiusi i cassonetti? E’ questo il servizio pubblico per il quale il cittadino paga fior di quattrini? “

Fin qui la nota diffusa alla Stampa. Di seguito la lettera che l’associazione “Agrigento punto e a Capo” ha inviato al Commissario Straordinario del Comune di Agrigento Luciana Giammanco.

Alla C.A. del Commissario Straordinario del comune di Agrigento

Gentile Dottoressa,

Luciana Giammanco

Luciana Giammanco

I cittadini di Agrigento Punto a Capo, vogliono porre l’attenzione su una questione gravosa per una parte fragile della popolazione agrigentina.

Da tempo sono stati TOLTI NUMEROSI CASSONETTI per la spazzatura nel centro storico. Molte altre zone della città risultano sguarnite per cui, nonostante ogni zona paghi lo stesso contribuito per il servizio, una parte della popolazione vive nel disservizio di dover portare i propri rifiuti per diverse centinaia di metri od anche di chilometri.

Nel disagio vivono molti anziani, costretti a fare lunghi e accidentati percorsi prima di arrivare al cassonetto più vicino.

Ad esempio, gli abitanti della Via San Girolamo per poter conferire i loro rifiuti al cassonetto devono arrivare fino in via Matteotti, così anche in via Duomo.

Da tempo si parla di piano per la raccolta dei rifiuti, di porta a porta di diverse tipologie di gestione in tutto questo tempo i disagi dei cittadini sono solo aumentati.

La preghiamo di attivarsi perché con semplici provvedimenti si può rendere più semplice la vita dei nostri concittadini.

Nel ringraziarLa per l’attenzione Le porgiamo i migliori saluti.

 8/10/2014 I cittadini dell’Associazione Agrigento Punto e a Capo Onlus

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *