Agrigento, M5S al Consiglio: “Non aumentate le tasse comunali”

|




Nella prossima seduta comincerà la discussione per l’approvazione del regolamento  sull’applicazione dei tributi. Le proposte del movimento.

Il Municipio di AgrigentoIl M5S di Agrigento Meetup Grilli, chiede al Consiglio comunale di non aumentare le tasse. La richiesta viene avanzata dai grillini in vista della prossima seduta consiliare, convocata per il 15 luglio, nella quale “comincerà la discussione per l’approvazione del regolamento per l’applicazione del tributo per i servizi indivisibili (TASI), per la determinazione delle  Aliquote TASI  per anno 2014 e per le  Aliquote IMU (Imposta Municipale Propria ) per l’anno 2014.

“In tale occasione-si legge nella nota diffusa dal M5S- noi del Meetup Grilli di Agrigento chiediamo al consiglio comunale di non aumentare le tasse comunali. Le ragioni sono diverse e tutte ben conosciute dai cittadini per cui su di esse non ci dilunghiamo. Ci si iadoperi al massimo per approvare al più presto i regolamenti, le tariffe e le aliquote in modo però da evitare aumenti di tasse rispetto agli anni precedenti. E per non deliberare-prosegue la nota-  un aumento di tasse sugli immobili si chiede al Consiglio comunale :

– per le prime abitazioni un’aliquota TASI con detrazioni tali da lasciare il carico fiscale invariato quantomeno rispetto all’anno 2012;

 – per gli altri fabbricati e aree edificabili l’azzeramento della TASI, in modo che l’aliquota complessiva IMU + TASI rimanga uguale a 10,6 per mille;

 – di considerare ai fini TASI come prima abitazione, salvo per le A1, A8 e A9:

 a) la casa dei ricoverati in un istituto di cura;

 b) la casa data in comodato o affitto gratuito ai parenti in linea retta (figli o genitori) nei limiti previsti per legge (valido per una sola abitazione su un massimo di rendita catastale pari a 500 euro o una ISEE non superiore a 15.000 euro);

c) la casa di proprietà degli emigrati all’estero iscritti all’AIRE.

Certamente il consiglio comunale di Agrigento è consapevole della gravità della crisi economica ed occupazionale e  in quanto organo istituzionale e rappresentativo degli interessi e dei bisogni della collettività, ci auguriamo-conclude il M5S- che  si prodigherà al massimo per venire incontro alla cittadinanza e in aiuto alle persone non abbienti”.

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *