Agrigento, Jazz in uno scenario unico al mondo

|




Presentato il cartellone degli eventi estivi che si svolgeranno nella Valle dei Templi.

Il direttore del Parco Archeologico Giuseppe Parello

Il direttore del Parco Archeologico Giuseppe Parello

Quattro concerti con artisti di calibro internazionale, in uno scenario unico al mondo. E’ questo il connubio che renderà straordinarie le serate dedicate al Jazz che si svolgeranno ai piedi del Tempio di Giunone, illustrate nel corso di un’affollata conferenza stampa, questa mattina, a Casa Sanfilippo, sede del Parco archeologico e paesaggistico della Valle dei Templi. Alla presenza del dirigente generale dell’assessorato regionale ai Beni culturali, Rino Giglione, e del direttore del Parco, Giuseppe Parello, è stato dettagliato nei più piccoli particolari il programma di Agrigento Jazz Festival, organizzato da Mennulavirdi.

Per primo è intervenuto Giuseppe Parello, che ha aperto i lavori, preannunciando il cartellone degli eventi che si svolgeranno nella Valle e che varieranno tra musica, teatro, archeologia e scienza per animare le serate estive di residenti e turisti con iniziative di alto livello (in basso il programma).

Il dirigente Rino Giglione ha sottolineato la valenza culturale del jazz, che annovera tra i suoi massimi artisti molti siciliani, conosciuti e apprezzati a livello internazionale, tra cui Francesco Buzzurro, presente anche lui alla conferenza stampa.

È quindi intervenuto Pietro Alongi, di Mennulavirdi, il quale ha presentato la sua organizzazione, attiva da appena un anno, costituita da giovani agrigentini, che hanno in comune “il sogno di realizzare ad Agrigento qualcosa di straordinario”:  un programma di musica jazz nella Valle dei Templi con artisti internazionali in grado di incantare ed emozionare il pubblico.

Un momento della conferenza stampa

Un momento della conferenza stampa

Giulio Pirrotta di Mennulavirdi ha spiegato che la scelta degli artisti è stata determinata dalla volontà di unire l’elemento Sicilia, con la sua forte identità, e l’elemento internazionale caratterizzato dal valore di questi artisti, in una Valle dei Templi, riconosciuta nel mondo per la sua bellezza. Ad esibirsi saranno il 31 luglio Giuseppe Milici e Francesco Buzzurro, l’1 agosto Danilo Rea, Trio feat, Ares Tavolazzi e David King, il 2 agosto Jason Lindner “Now vs Now”, e infine il 3 agosto Roberto Gatto Quartet.

Gli spettacoli saranno presentati da Miriam Di Rosa. La regia sarà affidata a Franco Capitano. Il biglietto per le poltrone è di 15 euro, compresi i diritti di prevendita, così come 28 euro per la poltronissima, e 38 euro per l’abbonamento alle tre serate.

Entusiasta anche Francesco Buzzurro per lo spettacolo programmato nella Valle: “Tornare a suonare ad Agrigento è per me sempre una soddisfazione immensa” ha affermato, ricordando che il 7 ottobre, giorno del suo compleanno, uscirà il suo nuovo disco, ispirato alla filosofia dell’agrigentino Empedocle, dal titolo “Il quinto elemento”. Si tratta di un lavoro che interpreta i quattro elementi “acqua, aria, terra e fuoco”, uniti dalla musica che è considerato, appunto, il quinto elemento.

Un momento della conferenza stampa

Un momento della conferenza stampa

La conferenza stampa del Jazz festival è stata conclusa dall’intervento del direttore dell’Istituto musicale Toscanini di Ribera, Claudio Montesano, il quale ha concesso il patrocinio gratuito.  Presenti per gli eventi del cartellone estivo, tra gli altri, il direttore del Giardino della Kolymbetra, Giuseppe Lo Pilato, il quale ha annunciato la collaborazione con il Parco nel rilanciare tutti gli eventi a livello nazionale attraverso il portale del Fai; per la terza edizione di Notte con le Stelle e il Festival della Scienza, Salvatore Aglieri Rinella, per il Pirandello Stable Festival, Mario Gaziano, il provveditore agli Studi Raffaele Zarbo per Archeociak, Enzo Caruso direttore della Biblioteca Museo Regionale Luigi Pirandello, Giovanni Lo Brutto per I Dioscuri, e per il Distretto Turistico regionale Valle dei Templi, Gaetano Pendolino, che presenterà a breve la app del cartellone unico degli eventi del Distretto.

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *