Adile fa miracoli. Racalmuto (forse) Rinasce, ma intanto fa risorgere i vecchi consiglieri

|




Miracoli della scienza. Il medico Biagio Adile compie la sua prima guarigione: fa risorgere sei componenti dell’ultimo consiglio comunale sciolto per mafia. Il vecchio che avanza. C’è qualcosa di nuovo nell’aria. Anzi, d’antico.

L’usato sicuro, avrà pensato Biagio Adile. E così, per non saper né leggere né scrivere, ha scelto gente di esperienza. E che esperienza. I consiglieri uscenti dell’ultimo consiglio sciolto per mafia.

Adile ha preso un terzo del vecchio consiglio comunale e ci ha riempito quasi metà della sua lista. Rinasce Racalmuto, si chiama. E si capisce bene il perchè. Piuttosto, poteva chiamarsi Risorge Racalmuto.  Risorgono infatti i consiglieri uscenti (non chiamiamoli ex perchè ormai sembra diventata parola d’offesa) Giovanni Barravecchia, Lidia Picone, Carmelo Falco, Calogero Campanella, Alfredo Mattina e Giuseppe Licata.

Da sinistra:

Da sinistra: Giovanni Barravecchia, Alfredo Mattina, Biagio Adile, Lidia Picone, Carmelo Falco, Giuseppe Licata (Foto di Salvatore Alfano). Manca l’uscente Calogero Campanella.

Niente da eccepire: persone onestissime, che nulla hanno avuto a che fare con la mafia e con la criminalità, come peraltro è confermato perfino da sentenze di tribunali che hanno proclamato l’assoluta estraneità dei singoli rispetto alle vicende che hanno portato al provvedimento del Viminale che nell’aprile 2012 ha fatto decadere il vecchio consiglio. Persone che hanno il pieno diritto di ricandidarsi.

Colpi di Spillo, infatti, non pensa che i consiglieri uscenti possano avere qualche responsabilità politica nello scioglimento.

Biagio Adile con l'avvocato Domenico Russello (a sinistra) - Foto Salvatore Alfano

Biagio Adile con l’avvocato Domenico Russello (a sinistra) – Foto Salvatore Alfano

Colpi di Spillo non pensa nemmeno che i consiglieri uscenti abbiano colpe se i i commissari prefettizi hanno trovato i conti del Comune tutti sballati.

Colpi di Spillo non si azzarda nemmeno a pensare che se un primario importante come Adile  si sposta da Palermo a Racalmuto per fare una lista tutta nuova  magari avrebbe potuto fare un piccolo sforzo per cercare qualche faccia nuova, almeno nuova come la sua, tanto nuova che metà del paese nemmeno la conosceva e l’altra metà ancora non la conosce.

No, queste cose Colpi di Spillo non le pensa e non le scrive, infatti. Ma Adile, benedetto iddio, lei è un tifoso del Palermo, squadra che segue dalla tribuna d’onore dello stadio Renzino Barbera.  Le avranno spiegato che squadra che vince non si cambia. Ma se una squadra viene retrocessa, benedetto iddio, non è il caso di ripresentarla in campionato.

I suoi sei candidati non sono consiglieri uscenti, ma consiglieri retrocessi.

Calogero Campanella, assente nella foto di gruppo (Foto Salvatore Alfano)

Calogero Campanella, assente nella foto di gruppo (Foto Salvatore Alfano)

Sei dei suoi diciassette candidati (il record degli ex concentrati in una sola lista) escono infatti dal consiglio comunale retrocesso nel 2012 da prefettura, ministero dell’Interno e Presidenza della Repubblica. Saranno pure vecchie glorie, nomi individualmente rispettabili, ma sono comunque un pezzo dell’ultimo consiglio comunale che, secondo noi, non ci ha fatto una gran figura politica.

Ma forse le hanno spiegato che far parte di un consiglio comunale sciolto per mafia è una specie di medaglia da appuntarsi al petto, buona per ripresentarsi alle successive elezioni. Si ricreda, Adile, non è così.

Caro professor Adile, si faccia consigliare da Colpi di Spillo. Mettersi in posa assieme ai consiglieri comunali retrocessi non è una gran propaganda elettorale, soprattutto per uno come lei che è così nuovo a Racalmuto.  Fa pensare a quella poesia: “C’è qualcosa di nuovo oggi nel sole, anzi d’antico”.

A meno che lei non sia venuto qui non tanto per vincere le elezioni, ma per fare il suo lavoro di medico. Se la ragione è questa può dirsi soddisfatto: ha già raggiunto un gran risultato. Ne ha fatto risorgere sei.

Se si impegna un altro po’, può fare risorgere tutto il vecchio consiglio comunale retrocesso per mafia.

 

Altri articoli della stessa

2 Responses to Adile fa miracoli. Racalmuto (forse) Rinasce, ma intanto fa risorgere i vecchi consiglieri

  1. anonimo Rispondi

    12 maggio 2014 a 13:41

    “Il medico Biagio Adile compie la sua prima guarigione: fa risorgere sei componenti dell’ultimo consiglio comunale sciolto per mafia”

    leggendo solo il titolo capisco che se dovesse salire il Dott. Biagio Adile, Racalmuto sarebbe punto e a capo!
    che schifo

  2. IRATUS PROCREATOR Rispondi

    12 maggio 2014 a 13:46

    Il dott. Adile ha fatto salti mortali per reinverginilizzare i vecchi consiglieri. Ma per il Dott. Adile non è stato così difficile visto la sua specialità ginecologica!! Bravo Dottore!! Tutto ciò ci conferma che tutto può reinverginilizzare!!
    AD MAIORCA FARINACEE ESPERANDO SEMPER

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *