Ad Aragona, con Ciaula, per proporre un’altra idea della Sicilia

|




Al via domani “Le Giornate di Ciaula”: tre giorni di  dibattiti, musica ed intrattenimento con esponenti della politica italiana, giornalisti, artisti, musicisti e, soprattutto, i giovani. Sarà Lugi Galluzzo a moderare gli incontri.

Luigi Galluzzo

Luigi Galluzzo

Inizieranno domani , mercoledì 9 luglio 2014, alle ore 20.30, in Piazza Umberto I, Le Giornate di Ciaula, realizzate dal Comune di Aragona con la compartecipazione  del Rotary club Colli Sicani.

Tre giornate di  dibattiti, musica ed intrattenimento con esponenti della politica italiana, giornalisti, artisti, musicisti e, soprattutto, i giovani.

“Aragona è un paese-spiegano i promotori dell’iniziativa- con una debolezza, due risorse e una speranza. La debolezza è il record di disoccupati giovani e di nuovi giovani che emigrano, in Germania soprattutto, come nel dopoguerra. Ha due risorse, le Macalubbe, un affascinante fenomeno naturale, vulcanelli di gas naturale unici nel loro genere in un paesaggio lunare, lunare non a caso come in Ciaula, di straordinario fascino emotivo. Il parco minerario, recuperato dal degrado, che fu appunto la miniera di Stefano Pirandello, il padre di Luigi, proprio lì dove il carusu Ciaula, riemergendo dalle viscere della terra scopre la Luna. La speranza è quella di trasformare la tendenza a piangersi addosso, in voglia di riscatto, in un nuovo sogno, per dirla come Sciascia, da fare in Sicilia. Un sogno: Riunire in questo piccolo centro alla fine del mondo il meglio della cultura, della politica, della società e farlo confrontare con i nostri giovani, quelli che vogliono resistere e cambiarla e farla crescere la Sicilia e quelli che ci vogliono tornare come John Turturro che ad Aragona ha i suoi antenati e vi è tornato da turista “clandestino” e come Enzo Scifo, il campione di Calcio”.

Ma c’è anche il desiderio di “far sistema con Racalmuto, la città di Leonardo Sciascia; con la Montelusa di Camilleri, immaginaria, ma reale; con Grotte, città di commerci, che ospita ogni anno un premio letterario originalissimo, il premio Racalmare; con Agrigento, i suoi templi e le sue contraddizioni pirandelliane;  con quel tessuto di realtà agricole, culturali, imprenditoriali che in silenzio, tra difficoltà enormi ed enorme dedizione resistono. Di proporre un’altra idea della Sicilia”. DI SEGUITO IL PROGRAMMA DELLE INIZIATIVE.

Le Giornate di Ciaula luglio 2014

Mercoledì 9 luglio 2014, Piazza Umberto I  –  ore 20.30

“Dalla Riserva Riserva naturale al Parco Archeologico”

Interverranno:

Giuseppe Parello, Direttore Parco Archeologico e paesaggistico della Valle dei Templi

Gaetano Pendolino, Amministratore delegato Distretto Turistico Valle dei templi

Giuseppe Lo Pilato, Responsabile Giardino della Kolimbetra

Mimmo Fontana, Direttore Riserva naturale integrale delle Macalube di Aragona – Ente gestore Legambiente

Modera: Egidio  Terrana

Giovedì 10 Luglio 2014 , Piazza Umberto I  – ore 20.30

“Giustizia e Welfare – Un’altra Sicilia”

Ospiti:

Cosimo Maria Ferri, Sottosegretario alla Giustizia

Davide Faraone, Deputato

Paolo Liguori, Giornalista

Modera Luigi Galluzzo con Marcella Lattuca

Interventi: Antonino Gaziano: Presidente Ordine degli Avvocati Agrigento

Giuseppe Taibi: Capo Delegazione Fai Agrigento – Presidente Anai  Agrigento

Joe Castellano, musicista e compositore

Peppe Cumbo, L’Altra Arte

Pietro Fattori , Direttore Ferrovie Kaos

Venerdi 18 Luglio 2014, Piazza Umberto I  Aragona –  ore 20.30

“Tra terra e sogno; Alla ricerca della  Sicilia perduta”

Ospiti:

Andrea Olivero, Viceministro Politiche Agricole

Ezechia  Paolo Reale, Assessore dell’Agricoltura  (Regione Siciliana)

Rosaria Barresi, Dirigente Generale Assessorato dell’Agricoltura (Regione Siciliana)

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *