Ad Agrigento per “dialogare” con Pirandello

|




Al via la seconda edizione del Concorso “Uno, nessuno, centomila”. 500 studenti da ogni parte d’Italia e del mondo celebrano l’opera e il genio del grande drammaturgo.

Teatro Pirandello Agrigento

Da domani al 18 maggio 500 studenti d’Italia e del mondo saranno ad Agrigento per recitare, interpretare e celebrare l’opera e il genio di Luigi Pirandello.

Dialogheranno con i personaggi pirandelliani in carne ed ossa e con loro potranno interagire sulla scena del Teatro Pirandello.

Nel teatro che porta il suo nome si svolgeranno le iniziative conclusive del concorso “Uno, nessuno, centomila”, promosso dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – Direzione Generale per lo studente, l’integrazione e la partecipazione, in collaborazione con il Distretto Turistico “Valle dei Templi”, “La Strada degli Scrittori”, la Fondazione Teatro “Luigi Pirandello”, l’Accademia di Belle Arti “Michelangelo”, “Kaos Festival” di Agrigento, e con la partecipazione del Ministero degli Affari Esteri.

Un’iniziativa al suo secondo anno di vita, rivolta alle studentesse e agli studenti delle scuole statali pubbliche secondarie di primo e di secondo grado del territorio nazionale e delle scuole secondarie di primo e di secondo grado italiane all’estero. Sessantadue istituti scolastici hanno partecipato al concorso. Due le sezioni principali: miglior testo drammaturgico e migliore messa in scena. Ai vincitori di queste andrà un’opera realizzata dall’Accademia di Belle arti “Michelangelo” di Agrigento e ispirata al pensiero del drammaturgo agrigentino.

Saranno ventisei le scuole premiate, grazie a diversi riconoscimenti speciali finalizzati a valorizzare la straordinaria attività svolta da giovani e giovanissimi appassionati del pensiero pirandelliano.

Uno dei premi sarà consegnato dal Ministero degli Affari Esteri alla scuola italiana all’estero che ha saputo declinare al meglio il tema di fondo del Programma integrato “Italia, Culture, Mediterraneo” attraverso l’opera pirandelliana e il teatro.

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *